La lista delle malattie con esenzione ticket si allunga: le nuove entrate

Sei nuove malattie croniche sono state inserite nella lista delle patologie per cui è possibile accedere all’esenzione dal pagamento del ticket sanitario.

Scopriamo quali sono le new entry nell’elenco delle malattie croniche per cui è possibile non pagare il ticket sanitario.

malattia cronica esenzione ticket
Adobe Stock

Essere affetti da una malattia cronica oppure una patologia rara dà diritto ad una serie di agevolazioni come l’esenzione ticket. Il ticket sanitario è un contributo che il cittadino versa per sostenere la spesa sanitaria. L’importo della quota da corrispondere varia a seconda della prestazione di cui si usufruisce e si differenzia tra prima visita oppure visita di controllo. I costi, in generale, risultano molto meno onerosi rispetto al pagamento di una visita privata o intramoenia da un libero professionista. Per questo motivo è preferibile richiedere la ricetta al medico curante per risparmiare – anche se le tempistiche eccessivamente lunghe di prenotazione delle prestazioni implicano spesso la rinuncia al risparmio per tutelare la salute. Alcune malattie, poi, prevedono l’esenzione totale o parziale dal pagamento. Parliamo di specifiche malattie croniche che da oggi sono più numerose.

Malattie croniche ed esenzione ticket, le novità

Il Ministero della Salute ha introdotto nella lista delle malattie croniche per cui è possibile richiedere l’esenzione ticket sei nuove patologie perché considerate condizione patologiche invalidanti per chi ne soffre, durature nel tempo e accompagnate da possibilità di peggioramento.

Le malattie sono la broncopneumopatia di tipo cronico ostruttivo moderata grave oppure molto grave, le patologie renali croniche, l’osteomielite cronica, il rene policistico autosomico dominante, la sindrome da talidomide e l’endometriosi negli stadi clinici 3 e 4. Tra i cambiamenti accertati nel 2022, poi, segnaliamo lo spostamento di alcune malattie da “rare” a “croniche”. La celiachia, la sindrome di down, la sindrome di Klinefelter, ad esempio, sono passate da patologie considerate rare a malattie croniche per l’elevato numero di persone affette.

Come chiedere l’esenzione

Il cittadino affetto da una malattia cronica rientrante nella lista deve chiedere l’esenzione ticket dopo aver ottenuto il riconoscimento da parte di una commissione. La certificazione verrà erogata unicamente se al richiedente verrà riconosciuta la reale necessità di farmaci, sussidi e ausili per la patologia di cui soffre.

Una volta ricevuta la certificazione occorrerà recarsi all’ASL territoriale di competenza per poter procedere con la domanda di esenzione dal pagamento del ticket sanitario. Una precisazione, per seguire questo iter sarà necessario che il nome del richiedente figuri nella lista fornita dal Ministero dell’Economia e delle Finanze all’ASL e alla Regione. In caso contrario per poter ottenere l’esenzione occorrerà presentare un’autocertificazione.