Android: come renderlo più veloce con una tecnica semplice ed intuitiva

Cosa bisogna fare per velocizzare il proprio dispositivo Android quando lo spazio di archiviazione dei contenuti inizia ad intasarsi 

La procedura è piuttosto semplice grazie ad uno strumento piuttosto diffuso, il cui utilizzo però non è conosciuto da molti utenti.

Android
Fonte Adobe Stock

I dispositivi Android per quanto siano di ultima generazione, possono sempre andare in contro ad alcune problematiche che ne compromettono la velocità di utilizzo. Un esempio calzante in tal senso è l’esaurimento dello spazio di archiviazione dei file.

La soluzione in apparenza può sembrare semplice, ovvero rimuovere quelli duplicati. In realtà però bisogna considerare alcuni fattori come ad esempio se i materiali da eliminare sono tanti. Qualora sia così, la procedura può diventare piuttosto lunga e noiosa.

Android, ecco come velocizzarlo con un trucco facile e piuttosto rapido

Solitamente ci si accorge di ciò solo quando la memoria è piuttosto piena senza che nemmeno ci si rende conto. Ed ecco che può essere decisamente utile Google Files, app con la quale è possibile rimuovere rapidamente tutti i file che occupano spazio in memoria senza però risultare utili ad alcuna azione.

Solitamente è preinstallata sulla maggior parte degli Android. Qualora così non fosse, la si può scaricare da Google Play Store. Una volta accettati i termini di servizio, la normativa sulla privacy e aver dato tutte le autorizzazioni del caso, l’app è pronta all’utilizzo.

A quel punto bisogna aprire la scheda “Pulisci” nella barra situata in basso e successivamente sarà possibile vedere “Elimina duplicati”: da qui si deve poi andare su “Seleziona file” per accedervi.

Così facendo si possono vedere tutti i singoli documenti duplicati affiancati da quelli originali. A differenza della procedura manuale in cui è necessario selezionare i contenuti uno alla volta, con questo strumento basta cliccare “tutti i duplicati” per poter conservare gli originali e cancellare definitivamente le copie superflue. 

In aggiunta si potrebbe scaricare anche “One Booster” una delle più scaricate e famose dell’intero store con più di 100.000.000 di download. Grazie a questo supporto è possibile impostare in automatico la pulizia della memoria RAM. È praticamente perfetta per quei device che non dispongono di moltissima memoria virtuale da dedicare alle applicazioni.