Risparmiare al supermercato è un’impresa: i prodotti nemici del portafoglio

Risparmiare al supermercato sta diventando un’ardua impresa dato i numerosi rincari sui prezzi. La colpa è solo della guerra in Ucraina?

Fare la spesa cercando di acquistare i prodotti più economici non è facile soprattutto quando occorre comprare specifici alimenti.

risparmiare al supermercato
Adobe Stock

Giornaliera o settimanale, la spesa è una nota dolente al pari delle bollette di luce e gas. L’importo messo nero su bianco sullo scontrino fa tremare i portafogli dei contribuenti che si ritrovano a spendere cifre molto più alte rispetto a qualche mese fa. Riempire il carrello cercando di approfittare degli sconti e scegliendo prodotti economici non significa necessariamente risparmiare dato che tutti i beni sono vittime dei rincari. Gli aumenti, è risaputo, sono legati ai costi onerosi delle materie prime e dei trasporti che sono a loro volta conseguenze della guerra in Ucraina. Eppure sono numerose le frodi scoperte dalla Guardia di Finanza e dall’Antitrust e le denunce di speculazione avanzate dai consumatori. Indipendentemente dal motivo, i prezzi sono alti e alcuni prodotti sono nemici del risparmio.

Risparmiare al supermercato, con questi prodotti è impossibile

Un primo prodotto nemico del risparmio è l’olio di semi. I prezzi al dettaglio sono aumentati spropositatamente dallo scorso febbraio e ancora incidono negativamente sulla spesa. Allo stesso modo gravano sull’importo finale il burro e il pane. La problematica del grano fa lievitare i prezzi e, oltre ad interferire sulla produzione della pasta, ora influenza pesantemente il costo di pagnotte, rosette e panini. E’ bene ritornare a fare il pane in casa, come durante il lockdown, se si intende risparmiare.

Verdura e frutta sono altri prodotti decisamente più cari rispetto a pochi mese fa e lo sono anche carne, pesce e frutti di mare. Cosa mettere in tavola, dunque, per tentare di non dare il colpo di grazie alle proprie finanze?

Le soluzioni del risparmio

Una prima soluzione di risparmio elimina gli intermediari. Piuttosto che recarsi al supermercato per acquistare frutta e verdura è bene recarsi al mercato cittadino, se presente, oppure direttamente dal produttore a chilometro zero. La vendita diretta, in special modo, ammortizza la spesa offrendo un duplice vantaggio, sulla salute e sull’economia. Se proprio non si può fare a meno di acquistare al supermercato è bene acquistare i prodotti di stagione dal prezzo inferiore.

Abbiamo già consigliato di fare il pane in casa ma perché non provare anche con la pasta? E’ possibile ottenere una scorta illimitata che permetterà di risparmiare il costo delle confezioni al supermercato. Infine, consigliamo di controllare le classifiche stilate da Altroconsumo per capire quali marchi acquistare. Spesso, infatti, è possibile mantenere la qualità pur spendendo poco mettendo nel carrello un prodotto dal marchio meno conosciuto.