Vacanza sulle mongolfiere spaziali: quanto costa toccare il cielo con un dito

Come si svolge l’esperienza sulle mongolfiere spaziali e quali costi bisogna sostenere per arrivare ai confini della Terra

Oltre allo spettacolo dell’alta quota sono disponibili una serie di altri servizi che rendono questa escursione decisamente attraente.

Mongolfiere spaziali
Fonte Adobe Stock

Le vacanze oltre a rappresentare degli attimi di relax sono anche delle occasioni per vivere delle esperienze nuove mai fatte prima. Una delle ultime trovate in tal senso è decisamente fuori dal comune e potrebbe rappresentare una nuova frontiera del turismo.

In pratica a breve sarà possibile rasentare lo spazio a bordo di una capsula che sarà portata ad altissima quota da un enorme pallone aerostatico. L’obiettivo è quello di garantire la visuale della curva terrestre stando comodamente seduti in poltrona.

Mongolfiere spaziali: tutte le informazioni per vivere un’avventura mozzafiato

L’idea è della società Space Perspective, che per rendere l’idea ha mostrato al pubblico le immagini dell’interno della cabina (o capsula). Se tutto dovesse andare nel verso giusto entro la fine del 2024 dovrebbero iniziare i lanci dal Kennedy Space Center in Florida. 

Per forza di cose non si tratta di una tipologia di vacanza accessibile a tutti. I costi ingenti tagliano fuori il viaggiatore medio, privilegiando coloro che possono vantare una certa disponibilità economica. Nonostante ciò, sono stati già venduti 600 biglietti al prezzo di 125mila dollari (115mila euro circa). 

A bordo sarà presente anche un bar e ci si potrà connettere alla rete tramite wi-fi. Per quanto concerne il design delle navicelle, avranno vetrate alte un metro e mezzo, sedili avvolgenti e un sistema di illuminazione che produrrà una luce violacea.

La mongolfiera consentirà alla navicella di arrivare fino a 30 km sul livello del mare. Una quota di gran lunga inferiore rispetto a quella garantita da servizi concorrenti come Blu Origin o Virgin Galactic che arrivano rispettivamente a 105 km e 85 km. Si tratta di una distanza comunque maggiore rispetto a quella degli aerei di linea, che possono arrivare al massimo ad 11 km.

La cofondatrice di Space Perspective Jayne Poynter ha comunque spiegato che questa esperienza consente ai turisti di arrivare al di sopra del 99% dell’atmosfera terrestre. Da lì è possibile vedere lo spazio con la sua colorazione reale (nero inchiostro) e di osservare la curvatura terrestre.