Trova un libretto di risparmio degli anni ’70, gli cambia la vita: quanto vale oggi

Il protagonista della vicenda da un giorno all’altro si è ritrovato in mano un libretto di risparmio che lo ha fatto diventare milionario

Il titolo in questione apparteneva al padre che lo avevo aperto negli anni ’70. Col passare del tempo ha fruttato una cifra piuttosto considerevole.

Libretto di risparmio
Fonte Adobe Stock

È proprio vero. La fortuna arriva sempre quando meno ce lo si aspetta. È il caso di Exequiel Hinojosa che praticamente da un giorno all’altro e diventato milionario. Non si tratta di nulla di magico o illegale, semplicemente di un ritrovamento inaspettato.

Per la precisione si è ritrovato tra le mani il libretto di risparmio che il padre aveva aperto negli anni ’70. All’inizio aveva versato appena 173 dollari. Col passare del tempo però la cifra è consistentemente maturata.

Libretto di risparmio dal valore milionario: ecco quanto ha guadagnato il fortunato uomo

Infatti il figlio ha potuto beneficiare di 1 milione e 200mila dollari con i quali ha intenzione di costruire una casa. Deve però attendere l’autorizzazione dell’erogazione dal governo per poter utilizzare la lauta somma di denaro e poter avviare i lavori di realizzazione.

Ma non è tutto. Il protagonista della vicenda ha dichiarato anche di voler garantire l’istruzione ai suoi nipoti e aprire una scuola guida. Quest’ultima idea gli sarebbe stata suggerita dalla figlia visto che Exequiel non vuole smettere di lavorare e vuole sentirsi utile nel fare qualcosa.

Come si evince dal nome, l’uomo è di origini sudamericane e vive a Santiago del Cile. Per puro caso ha ritrovato dei documenti appartenenti al defunto padre, tra i quali c’era anche il suddetto libretto di risparmio.

Trattandosi di un reperto piuttosto vecchio, Hinojosa si è dovuto rivolgere a degli avvocati i quali hanno presentato la richiesta di riscossione presso la Corte Suprema per poter ottenere l’autorizzazione del Ministero delle Finanze del Cile. 

Dal canto suo il Ministero ha 30 giorni per informare il presidente della Repubblica cilena Gabriel Boric rispetto al contenuto di quanto è attivo e quanto è passivo, per avere così il patrimonio netto da pagare all’uomo. Insomma, prima di poter cantare vittoria, è bene aspettare che ogni pratica burocratica venga espletata positivamente.