Codice di sicurezza carta di credito: sicuri di sapere a cosa serve davvero?

Il codice di sicurezza di una carta è fondamentale per quanto concerne la sicurezza di chi la utilizza. Cerchiamo di capire di più a riguardo

In particolare può essere molto utile quando si compiono transazioni online. Tutto quel che c’è sapere su questo particolare tipo di codice.

Codice di sicurezza
Fonte Adobe Stock

Il codice di sicurezza è uno strumento con cui tutti i possessori di carte di pagamento hanno a che fare. Si tratta di quella combinazione numerica di 3-4 cifre stampata sulla parte posteriore della carta e viene richiesta per alcune tipologie di transazioni, in particolar modo per quelle online.

In pratica garantisce una tutela fondamentale ai consumatori e ai venditori, sebbene in apparenza possa sembrare un’eccessiva seccatura. Può essere chiamato in vari modi, tra cui si possono annoverare: codice si sicurezza della carta (CSC), un valore di verifica della carta (CVV o CV2), codice di verifica della carta (CVC) o verifica del codice della carta (CCV).

Codice di sicurezza carta: cos’è e in che modo garantisce la sicurezza

Dunque è un passaggio obbligato che consente di prevenire le frodi ed appurare che l’ordine sia stato effettuato dal titolare della carta. Non tutti lo ricordano a memoria. Ragion per cui prima di digitarlo è sempre bene ricontrollare il proprio titolo di pagamento.

Nella maggior parte dei casi si trova sul retro della carta, ad eccezione dell’American Express su cui invece è riportata nella parte anteriore. Nel caso in cui risulti illeggibile bisogna prontamente avvisare l’istituto di credito, che provvede a fornire le informazioni per reperirlo nuovamente in base alla propria politica.

Il commerciante per motivi di sicurezza non può memorizzare o trascrivere il codice. In generale è sempre preferibile non fornirlo così a cuor leggero, sia a persone conosciute sia soprattutto ad estranei che potrebbero utilizzarlo per effettuare delle losche truffe. 

Stesso discorso per quanto concerne la email, chat o computer pubblici. Purtroppo la sicurezza di questi mezzi di comunicazione può essere minata con tecniche subdole e illegali. Inoltre quando si utilizza la carta di credito per fare acquisti sul web, va sempre prima verificata la sicurezza del sito su cui si sta acquistando.