INPS, attivo il bando per un’estate in vacanza gratis: chi può approfittarne

L’INPS ha attivato il bando per trascorrere le vacanze estive, giorni o settimane, in Italia e all’Estero gratis. Incredibile opportunità, scopriamo per chi.

Come ogni l’anno l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale ha bandito le borse di studio per soggiornare in Italia e all’estero gratuitamente durante i mesi estivi.

INPS vacanza gratis
Adobe Stock

L’estate è alle porte e già si respira aria di mare, montagna e partenza alla scoperta di nuovi territori. L’idea di viaggiare, conoscere luoghi mai visti, incontrare persone e fare esperienze indimenticabili è comune a tanti ragazzi che desiderano staccarsi dalla routine per sentirsi indipendenti e recuperare le energie per il successivo anno scolastico. I costi delle vacanze, poi, non saranno un problema se si rientra tra i beneficiari del bando annualmente attivato dall’INPS che eroga borse di studio per soggiorni di vacanze o studio sia nella nostra bella penisola che all’estero. Vediamo chi può partecipare e quali sono gli importi previsti.

INPS e il bando per le vacanze estive

Ogni anni l’INPS attiva il bando per consentire a tanti ragazzi di vivere indimenticabili soggiorni estivi di una o due settimane. Le mete tra cui scegliere sono destinazioni italiane ma anche estere. Il bando è attivo dal mese di marzo e prevede l’erogazione di borse di studio sotto forma di contributo economico per poter godersi la vacanza a giugno, luglio oppure agosto. Il nome del concorso è “Estate Inpsieme” e la domanda di partecipazione dovrà essere inoltrata entro il 22 aprile 2022.

I destinatari delle borse di studio

Il bando si rivolge ai figli, orfani ed equiparati di dipendenti pubblici anche se pensionati che frequentano la seconda, terza, quarta o quinta elementare oppure la prima, seconda o terza scuola media. Solamente gli studenti affetti da disabilità possono avanzare richiesta anche se frequentano la scuola superiore. Rimangono esclusi dal bando i ragazzi che non hanno ottenuto la promozione nell’anno scolastico 2020/2021. I beneficiari citati possono richiedere il soggiorno in una meta italiana.

I destinatari di età superiore ai 20 anni (23 anni per i disabili e gli invalidi civili al 100%) possono, invece, fare domanda per una vacanza o soggiorno studio all’estero. Estate Inpsieme prevede 12.020 contributi per sostenere i viaggi in Italia e 20.348 contributi per i soggiorni tematici e all’estero.

Importo INPS per le vacanze estive

Gli importi erogati dall’INPS sono indicati nel bando e risultano differenti a seconda della destinazione. Per i soggiorni in Italia il contributo massimo è di 600 euro per un soggiorno di sette notti e otto giorni e di 1.500 euro per un soggiorno di 14 notti e quindici giorni. La somma erogata varierà in base all’ISEE del nucleo familiare. La percentuale massima di riconoscimento viene corrisposta a chi ha ISEE inferiore a 8 mila euro.

Un contributo aggiuntivo di 200 euro è previsto, poi, per i maggiori costi del servizio dovuti al rispetto della normativa Covid o per la presenza di un accompagnatore nel caso in cui il richiedente sia disabile.