Farmaco per ipertensione e cuore ritirato in tutta Italia: il motivo è sorprendente

Un farmaco è stato ritirato dal mercato per inefficacia; a rischio le persone che soffrono di pressione alta e di problemi cardiaci.

La presenza di un dosaggio leggermente ridotto del principio attivo terapeutico per i malati rende vana l’assunzione del farmaco. Da qui la decisione di procedere con il richiamo.

farmaco ritiro
Adobe Stock

I ritiri dal mercato non riguardano solamente generi alimentari. Spesso il Ministero della Salute informa i cittadini del richiamo di uno o più farmaci invitando i consumatori a non assumere i prodotti ritirati e di riconsegnarli in farmacia. Il rischio chimico è la causa principale dei richiami farmacologici ma ciò non esclude che i motivi alla base di un ritiro siano differenti. L’ultimo caso segnalato, per esempio, riguarda l’insufficiente presenza del principio attivo che funge da terapia per le persone con problemi cardiaci o affette da ipertensione. Ciò significa che i malati potrebbero assumere un medicinale convinti di tutelare la salute mentre, in realtà, si ingerisce un farmaco che non può controllare la patologia rischiando di creare gravi conseguenze.

Il farmaco ritirato dal mercato

Il farmaco incriminato è Atenol-Mepha® 25 mg Lactab® 100 destinato alla cura dei problemi cardiaci e della pressione alta. Il numero del lotto da non assumere è X15124F con scadenza il mese di luglio 2026. L’atenolo, principio attivo che combatte la patologia, è presente in quantità ridotta causando la possibile inefficacia del medicinale.

Il presidente dello Sportello dei Diritti Giovanni d’Agata invita i consumatori a non utilizzare le confezioni in proprio possesso e a restituirle al medico di base oppure in farmacia per poter richiedere il rimborso dell’acquisto. E’ opportuno, poi, informare il medico curante dell’assunzione del farmaco per poter capire come gestire la situazione. In ogni caso sono attivi due numeri da chiamare per ottenere maggiori informazioni, 0800 00 33 88 e 061 705 43 43.

Medicinali, i pericoli da cui tutelarci

Per essere certi di non assumere un medicinale ritirato dal mercato è opportuno consultare spesso il portale del Ministero della Salute e la sezione dedicata, soprattutto nel caso in cui i farmaci utilizzati servono per curare gravi patologie. Ad ogni modo è opportuno sapere che l’assunzione dei medicinali è sconsigliata anche in altri casi diversi dal richiamo. Parliamo del superamento della data di scadenza, della conservazione errata dei farmaci e del caso in cui il colore è cambiato nonostante la scadenza risulti ancora lontana. Quando si tratta della propria salute e di quella dei propri cari la superficialità non è ammessa ma viene richiesta la massima attenzione.