Aifa, farmaco contro l’ipertensione ritirato dalle farmacie: attenti a marca e lotto

Attenzione, di recente è stato disposto il ritiro di un farmaco contro l’ipertensione. Entriamo nei dettagli e vediamo di quale si tratta.

L’Agenzia Italiana del Farmaco in accordo con la Società Pfizer ha di recente disposto il ritiro di quattro lotti di un medicinale antipertensivo.

ritiro farmaco aifa
Foto © AdobeStock

Molti sono i prodotti presenti sugli scaffali che finiscono per attirare il nostro interesse. Tra questi si annoverano anche i medicinali che a loro volta sono venduti in confezioni di varie e forme e dimensioni e che si rivelano essere un valido alleato della nostra salute. A tal proposito, comunque, si invita sempre a non abbassare la guardia, in modo tale da evitare di dover fare i conti con spiacevoli inconvenienti.

In tale ambito, fortunatamente, giungono puntualmente in nostro aiuto il Ministero della Salute e l’Aifa che provvedono a segnalare in modo tempestivo la presenza di eventuali problematiche. Ne è una chiara dimostrazione la recente decisione di disporre il ritiro di quattro lotti di un medicinale antipertensivo. Ma di quale si tratta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Aifa, farmaco contro l’ipertensione ritirato dalle farmacie: ecco di quale si tratta

L’Aifa è stata istituita con la legge 326 del 2003 al fine di poter autorizzare e controllare i farmaci che vengono utilizzati sul territorio del nostro Paese, in modo tale da poter garantire la massima qualità e sicurezza. Il tutto attraverso una informazione corretta sui farmaci che viene rivolta sia agli addetti ai lavori che ai cittadini.

Numerosi, d’altronde, sono i medicinali ritirati dal commercio nel corso del 2021 e lo stesso sta avvenendo anche nel corso del 2022. Ebbene, proprio in tale contesto vi segnaliamo che di recente proprio l’Aifa, in accordo con Pfizer, ha reso noto il ritiro dal mercato di quattro lotti di un noto medicinale antipertensivo, ovvero Accuretic 20 mg +12,5 mg 14 cpr AIC 028295018.

Il richiamo in questione è stato avviato a titolo volontario da parte della stessa azienda per via della presenza di nitrosammine. I lotti interessati da tale richiamo sono i seguenti:

  • CM2641 con scadenza 30/04/2022;
  • CJ7190 con scadenza 30/04/2022;
  • FF8042 con scadenza 30/04/2024;
  • FJ7219 con scadenza 30/04/2024.

Nel caso in cui abbiate acquistato il farmaco in questione, facente parte dei lotti appena citati, quindi, bisogna non utilizzarlo e riconsegnarlo in farmacia. Analoghi prodotti con lotto differente, è bene sottolineare, non sono oggetto di richiamo e pertanto possono essere tranquillamente utilizzati.