Sconto sul carburante, l’attesa proroga è arrivata insieme ad un’altra notizia

Lo sconto sul carburante rimarrà fino al mese di maggio. Ottime notizie per gli automobilisti e un’altra novità in arrivo. Scopriamo quale.

Una proroga di dieci giorni consentirà di usufruire ulteriormente dello sconto di 25 centesimi sul carburante. I dettagli del rinvio.

sconto carburante
Adobe Stock

I cittadini hanno altri dieci giorni di tempo oltre il 21 aprile per fare il pieno all’auto senza bruciare tutti i risparmi. Il Governo ha deciso di prolungare il taglio delle accise fino al mese di maggio dato che i prezzi continuano a rimanere alti e le spese a gravare su famiglie e imprese. Una soluzione di cui gli automobilisti devono approfittare ma che rimane una piccola consolazione in mezzo a continui rincari. Gli interventi richiesti a Draghi dovrebbero rivelarsi più incisivi e garantire la tutela di tutta la popolazione. Nella bolletta di aprile noteremo veramente la diminuzione degli importi promessa? E i generi alimentari, quando si potrà fare nuovamente la spesa senza rinunciare a tanti prodotti oppure alla qualità?

Sconto sul carburante, le novità

La guerra in Ucraina ha comportato un elevato incremento dei prezzi dei prodotti energetici. In seguito a questa considerazione, il Governo ha deciso di rideterminare le aliquote di accisa di benzina e gasolio nella misura di 478,40 euro per 1000 litri con riferimento alla benzina e 367,40 euro per 1000 litri con riferimento al gasolio. La rimodulazione è partita contemporaneamente all’entrata in vigore del Decreto numero 21 del 2022 ossia lo scorso 22 marzo.

Inizialmente il Decreto ha stabilito il taglio delle accise di 25 centesimi (al litro più IVA) alle pompe per un periodo di trenta giorni. Questo è il cosiddetto Bonus Benzina che ha permesso agli automobilisti di evitare pagamenti eccessivi. Considerando l’IVA, dunque, le aliquote di accisa attuali sono di 643,24 euro per 1000 litri per la benzina e 532,24 euro per 1000 litri per il gasolio. L’aliquota del GPL è, invece, pari a 182,61 euro per mille chilogrammi.

Quando termina la proroga

Il Decreto fissava inizialmente come termine ultimo del taglio delle accise il 21 aprile 2022. Il Governo ha pensato, ora, di prolungare la tempistica dato il persistere dei rincari facendo slittare la data al 2 maggio 2022. La proroga è stata possibile avvalendosi del maggiore gettito IVA legato all’aumento dei prezzi del carburante presso i distributori.

In conclusione, lo sconto di circa 30,5 centesimi al litro (cifra raggiunta con il ribasso dell’IVA) su benzina e gasolio è confermato momentaneamente fino a maggio. Ricordiamo, poi, che a breve dovrebbe arrivare un altro Bonus Benzina dedicato ai dipendenti di aziende private dall’importo di 200 euro.