Bollo auto, esenzione del 50% e oltre: tutti gli automobilisti coinvolti

Risparmio del 50% sul bollo auto per gli automobilisti che appartengono ad alcune specifiche categorie. Scopriamo se rientriamo tra gli automobilisti coinvolti.

Tassa automobilistica, prevista l’esenzione dal pagamento di metà dell’importo se si appartiene ad una specifica lista. Come sapere se si rientra tra i beneficiari dello sconto?

bollo auto esenzione 50%
Adobe Stock

Gli italiani sono alla ricerca del risparmio per affrontare i rincari che da qualche mese hanno raggiunto livelli inaspettati. La pandemia e la guerra in Ucraina hanno causato l’aumento del carburante, della luce e del gas, dei generi alimentari e di tutte le materie prime. Le spese gravano pesantemente su famiglie e imprese e, così, si cerca di mettere in pratica dei trucchi per limitare consumi e di eliminare uscite che interferiscono sul budget. Come sarebbe bello, ad esempio, non pagare più il bollo auto o, almeno, ridurne l’importo. Ebbene, oltre alle conosciute esenzioni sono previste agevolazioni per alcune categorie di automobilisti che prevedono il dimezzamento della somma da corrispondere.

Bollo auto, chi  è esente e chi paga il 50% in meno

La tassa automobilistica pur essendo tra le imposte più odiate dagli italiani deve assolutamente essere corrisposta una volta all’anno per non rischiare sanzioni e interessi sulla somma da versare. Alcune regioni consentono la rateizzazione dell’importo in tre tranche mentre altre stanno valutando un allungamento dei tempi del pagamento come durante il Covid per consentire alle famiglie di dilazionare le spese. La somma, però, rimarrà sempre la stessa a meno che non si faccia parte di alcune specifiche categorie di guidatori.

La normativa, infatti, prevede agevolazioni qualora l’automobilista possieda una particolare tipologia di auto. Il riferimento è ad un’auto nuova ibrida o elettrica e l’esenzione avrà validità per tre o cinque anni in base alle direttive della regione di appartenenza. In alcune regioni si ha la possibilità di essere esenti a vita se il mezzo rispetta specifiche condizioni. Allo stesso modo, l’esenzione totale è prevista per i titolari di Legge 104, i cittadini con handicap e per i caregiver che si occupano di una persona con disabilità.

Altri casi di esenzione

Se l’auto in proprio possesso è stata immatricolata da più di 30 anni è possibile richiedere l’esenzione dal pagamento del bollo auto. Non verrà totalmente azzerato ma si pagherà una somma rappresentativa compresa tra gli 11 e i 30 euro all’anno. L’importo dipenderà dalla regione di residenza e del tipo di veicolo. Il pagamento del 50% è previsto, poi, per le auto con immatricolazione di età compresa tra 20 e 29 anni a patto che si rispettino alcune condizioni. Il proprietario dovrà essere in possesso del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica che viene rilasciato dall’Automotoclub Storico Italiano per approfittare dell’agevolazione.