Rimborso IMU, risparmio del 50%: beneficiari e come richiederlo

Rimborso IMU del 50% sulla seconda rata dell’imposta corrisposta nel 2021. Chi sono i beneficiari e come funziona la procedura.

Il Decreto Energia ha stabilito il rimborso dell’IMU per le aziende turistiche ricettive e altre imprese. Vediamo chi otterrà l’agevolazione e come funziona.

rimborso IMU
Adobe Stock

Manca solo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale ma la notizia è ormai certa. E’ previsto il rimborso del 50% per il pagamento della seconda rata IMU del 2021. Il Consiglio dei Ministri è arrivato a tale conclusione lo scorso 18 marzo quando ha approvato il Decreto Energia mentre si attendono indicazioni con riferimento ad una seconda misura relativa all’imposta nei piani del Governo, il Bonus IMU. Beneficiari del rimborso sono principalmente le imprese turistiche e ricettive ma altri beneficiari sono inclusi nella lista degli aventi diritto al rimborso. Naturalmente, per accedere all’agevolazione sarà necessario rispettare alcuni requisiti. Scopriamo quali sono e come inoltrare la richiesta di accesso.

Rimborso IMU, chi ne ha diritto

Un fondo di 15,6 milioni di euro servirà per finanziare il rimborso del 50% della seconda rata IMU 2021. L’intervento è incluso tra le tante iniziative volte ad aiutare famiglie e imprese che vertono in situazione di difficoltà economica alla luce delle conseguenze della pandemia e, successivamente, della guerra in Ucraina. Il rimborso dovrebbe essere erogato sotto forma di credito d’imposta da utilizzare in compensazione nel modello F24. E’ importante sottolineare come tale credito non concorre alla formazione del reddito ai fini Irpef né incide sul valore della produzione ai fini IRAP.

I beneficiari del rimborso sono le imprese turistiche ricettive, le attività agrituristiche, le imprese appartenenti al settore fieristico e congressuale, i parchi tematici e i complessi termali. I proprietari dovranno possedere gli immobili – che devono rientrare nella categoria catastale D/2 e gestirli. In più, condizione necessaria per l’accesso alla misura è una riduzione del fatturato e dei corrispettivi del 50% rispetto al 2019.

Come inoltrare richiesta di rimborso

Sarà necessario procedere con la compensazione tramite modello F24 per ottenere il rimborso IMU del 50% sulla seconda rata 2021. Le modalità di pagamento del modello F24 con compensazione di crediti fiscali devono seguire specifiche direttive. La normativa, infatti, ha dovuto disciplinare i versamenti per evitare false compensazioni.

Tra le ultime novità citiamo l’obbligo di invio telematico e di visto di conformità per le compensazioni di importo superiore a 5 mila euro. Per visualizzare le istruzioni complete sulle modalità di compilazione del modello F24 e di pagamento è consigliabile fare riferimento al portale dell’Agenzia delle Entrate.