Postepay: cosa non sarà più possibile dal 31 marzo 2022

I possessori di Postepay hanno tempo fino al 31 marzo per sfruttare un’importante opportunità. Di cosa si tratta e perché è così vantaggiosa

La particolare funzione potrà essere utilizzata fino al termine del mese in corso, dopo di che decadrà. Dunque c’è ancora poco tempo per potersene beneficiare.

Postepay
Fonte Adobe Stock

La Postepay ha cambiato la vita degli italiani e di fatto spianato la strada verso l’utilizzo della moneta elettronica. Il suo lancio è avvenuto nel 2003 e negli anni è diventata una validissima alleata per quanto riguarda lo shopping online.

Negli anni il servizio ha fatto enormi progressi e oggi la più celebre delle carte prepagate italiane offre una notevole gamma di funzioni. Una però andrà in pensione a partire dal prossimo 31 marzo. Ecco di quale si tratta.

Postepay: cosa non sarà più possibile dal 31 marzo 2022

In pratica dal 1 aprile 2022 non sarà più possibile ottenere il Cashback per quanto concerne la Postepay. Lo scorso anno sulla scia di quello introdotto dal Governo Conte, anche per il prodotto di Poste Italiane ne è stato istituito uno.

L’idea era quella di invogliare più persone possibili all’utilizzo della Postepay nei negozi fisici aderenti all’iniziativa, garantendo loro un rimborso. Basta inquadrare il QR Code negli esercizi abilitati per ottenere fino a 3 euro di Cahsback per ogni transazione che abbia un importo di almeno 10 euro. Il limite per il rimborso è fino a 15 euro al giorno. 

Visto l’esito positivo è stata prorogata, ma la scadenza è fissata per il 31 marzo 2022. Al momento non sono previste ulteriori provvedimenti di ripristino, ragion per cui dovrebbe definitivamente chiudersi questa fase decisamente gradita agli italiani.

Si rammenta che è possibile pagare con Postepay in tutti i negozi dotati di Pos che sono abilitati ai circuiti VISA/VISA Electron e Mastercard/Maestro. Se si utilizza la modalità di pagamento contactless al di sotto di una certa soglia non viene richiesto il codice Pin. 

La funzione che ha reso maggiormente celebre questa carta, è la possibilità di ricevere e trasferire denaro in tempo reale, grazie all’applicazione dedicata. La Postepay Evolution invece dispone addirittura di un codice IBAN. Di fatto è come se fosse un conto visto che può ricevere anche i bonifici.