Codice della Strada, l’infrazione poco nota: 600 motivi per approfondirla

Il Codice della Strada punisce severamente gli automobilisti che violano la normativa. Scopriamo quale infrazione può costare fino a 672 euro.

Il comportamento dell’automobilista alla guida deve rispettare le regole scritte negli articoli del Codice Civile. Pena l’erogazione di pesanti sanzioni.

codice della strada disabili
Adobe Stock

La strada può diventare un luogo molto pericoloso se non si rispettano le regole previste dal Codice della Strada. Lo dimostrano i numerosi incidenti che capitano sia in città che sulle autostrade o strade provinciali. Basta una piccola distrazione, un errore di valutazione per mettere a rischio sia la propria vita che quella di altre persone. La normativa spazia tra direttive per garantire la sicurezza durante la circolazione stradale e altre agevolazioni riservate, ad esempio, alle persone disabili oppure alle donne in gravidanza. Gli articoli di riferimento sono in particolare due, il numero 188 e il numero 381 volti a disciplinare le agevolazioni per disabili. Attenzione, però, oltre a garantire strumenti per semplificare la guida in strada di chi ha una invalidità stabiliscono le direttive per non rischiare sanzioni.

Codice della strada, le agevolazioni per disabili

Il contrassegno auto per le persone disabili è un’agevolazione molto importante che garantisce vantaggi durante la circolazione e, soprattutto, in relazione al parcheggio del veicolo. Destinatari della misura sono sia i diretti interessati con invalidità che i caregiver, gli accompagnatori. Il tagliando viene rilasciato a persone con difficoltà motorie rilevanti, a chi non riescono a deambulare correttamente e ai cittadini non vedenti.

Tra le facilitazioni concesse citiamo spazi di sosta riservata – i parcheggi con strisce blu – e la possibilità di parcheggiare l’auto in zone normalmente proibite. In più, il contrassegno auto consente di entrare nelle zone ZTL senza rischiare sanzioni. Per approfittare delle agevolazioni previste dal Codice della Strada basterà avanzare richiesta del tagliando al proprio Comune di residenza. L’autorizzazione amministrativa ha validità cinque anni e al termine del periodo si potrà rinnovare.

Multe fino a 672 euro: in quali casi

I cittadini sprovvisti di contrassegno auto per disabili che usufruiscono spazi a loro riservati rischiano fino a 672 euro di multa. E’ capitato, però, che una persona disabile ricevesse la multa per essere entrato in una zona ZTL di un Comune diverso da quello di residenza. Cosa afferma il Codice della Strada al riguardo? Le zone a traffico limitato hanno delle telecamere attraverso le quali verificano la targa del veicolo confrontandola con un database del Comune. In caso di mancata corrispondenza si procederà con l’inoltro della sanzione. Questo non dovrebbe capitare con gli automobilisti disabili dato che è loro concesso di entrare in qualsiasi ZTL di qualsiasi città. In più, il contrassegno potrà essere spostato da un’auto all’altra senza alcuna conseguenza. Le sanzioni, dunque, sono state dichiarate della Corte di Cassazione illegittime. L’automatismo delle telecamere deve essere gestito con maggiore efficacia dai Comuni per non inviare multe a chi non ha infranto alcune norma.