Previste multe più salate per chi occupa abusivamente parcheggi per disabili e con le strisce rosa. Il Codice della Strada cambia aspetto e diventa più severo.

multe parcheggi
Pixabay

Il Codice della Strada verrà modificato con l’introduzione di novità che prevedono multe molto salate per gli automobilisti che violano le regole. L’intenzione è tutelare maggiormente le categorie protette e le fasce deboli della popolazione. Il riferimento è, in special modo, ai portatori di handicap e alle mamme che accompagnano quotidianamente i figli a scuola in macchina. Scopriamo, dunque, cosa dice la nuova normativa resa ufficiale dalla pubblicazione in Gazzetta con il Decreto Legge numero 121 dell’anno in corso.

Parcheggi, multe più severe i trasgressori

Un primo cambiamento del Codice della Strada riguarda i parcheggi per disabili. Dal mese di gennaio 2022 l’area delimitata dalle strisce blu potrà essere occupata dai portatori di handicap senza pagare la sosta a condizione che non ci siano posti agli invalidi liberi. Inoltre, il Decreto stabilisce che gli automobilisti che trasgrediscono alle regole e parcheggiano senza alcun diritto nei parcheggi riservati verranno multati più severamente. Non più, infatti, importi compresi tra 84 e 335 euro bensì da 168 a 672 euro. In più, saranno tolti non due punti dalla patente ma sei punti.

Il nuovo Codice della Strada lascia liberi i Comuni di riservare aree particolari ai portatori di handicap per parcheggiare veicoli adibiti al trasporto di persone disabili. Allo stesso modo, alcune zone potrebbero essere riservate alle auto elettriche oppure ai veicoli adibiti al carico e scarico delle merci.

Leggi anche >>> Legge 104 e bollo auto, l’esenzione non è più un miraggio: chi la ottiene subito

Strisce rosa, le nuove direttive

I parcheggi rosa sono un’altra importante novità segnalata dal nuovo Codice della Strada. In tante città cominciano già ad essere una realtà nota ma in tanti comuni mancano le aree delimitate dalle strisce rosa. Parliamo dei parcheggi riservati alle donne in gravidanza oppure ai genitori di un bambino di età inferiore ai due anni.

Le zone di riferimento sono davanti agli asili nidi, ai supermercati, ai centri commerciali oppure in punti della città in cui è difficile trovare abitualmente il parcheggio. Se fino ad ora è facoltà dei comuni optare o meno per i parcheggi rosa, da gennaio diventerà obbligatorio creare questi spazi in città. Gli automobilisti che occuperanno illecitamente tali parcheggi riceveranno multe da 168 a 672 euro.