BancoPosta, c’è un limite di deposito: attenzione o costerà caro

BancoPosta, se si supera un certo limite di somme versate si dovranno affrontare dei costi. Scopriamo qual è la soglia e a quanto ammonta l’imposta da pagare.

Chi ha un conto corrente Poste Italiane deve corrispondere l’imposta di bollo annualmente. Attenzione, in alcuni casi si potrà evitare di pagare l’importo previsto.

BancoPosta conto
Adobe Stock

BancoPosta è il conto corrente di Poste Italiane dedicato a persone fisiche. Possiede tutte le caratteristiche di un conto bancario e consente ai correntisti di gestire con semplicità i risparmi. Il cliente di Poste Italiane dovrà semplicemente depositare il denaro e approfittare di una serie di servizi come l’accredito dello stipendio o della pensione, la domiciliazione delle bollette oppure l’inoltro e la ricezione dei bonifici. La gestione del conto prevede un costo per i titolari ossia un canone mensile a partire da due euro. Annualmente, poi, alcuni correntisti dovranno corrispondere l’imposta di bollo che viene trattenuta direttamente da Poste Italiane.

BancoPosta, chi paga l’imposta di bollo

Accorgersi dell’accredito dell’imposta di bollo sul conto corrente BancoPosta può essere un’amara sorpresa. Capita, infatti, di non accorgersi del costo aggiuntivo se non si legge attentamente il contratto di apertura del conto. Nel foglietto illustrativo, precisamente, viene segnalata l’imposta da corrispondere. L’importo è di 34,20 euro ma non deve essere corrisposta da tutti i correntisti. Secondo la Legge di Stabilità del 2014, infatti, a causa di semplificazioni di alcuni prodotti finanziari sono tenuti a pagare i 34,20 euro solamente i titolari di un conto con giacenza media superiore a 5 mila euro all’anno.

In generale, occorre sapere che sono esenti dal versamento anche le persone fisiche con ISEE inferiore a 7.500 euro, i possessori di un conto aperto presso istituti di pagamento o Imel e di un conto aperto per un provvedimento dell’Autorità Giudiziaria.

Come aprire un conto corrente Poste Italiane

Poste Italiane offre una scelta ai clienti in relazione al Conto corrente BancoPosta. Varie opzioni permetteranno di personalizzare il conto in modo tale da poter soddisfare le proprie esigenze. Ogni opzione ha particolari servizi inclusi nel canone e nel caso in cui le necessità cambino sarà possibile modificare l’opzione scelta.

L’importo del canone parte da 2 euro ma è possibile ridurlo se si è under 30. Si pagherà, infatti, un euro accreditando lo stipendio di minimo 700 euro oppure possedendo una carta prepagata PostePay Evolution. La somma massima per il canone, invece, è di 9 euro qualora si scelga l’opzione Plus dedicata a chi effettua molti bonifici. Sul portale di Poste Italiane sarà possibile approfondire le caratteristiche delle varie opzioni per poi prenotare un appuntamento e recarsi in un Ufficio Postale per poter aprire il conto desiderato.