Tariffe telefoniche, così non va! Che cosa ci stanno facendo e come tutelarsi

Tariffe telefoniche che variano a nostra insaputa, scopriamo come tutelarsi dalle azioni dei gestori per non pagare più di quanto stabilito.

Le modifiche unilaterali dei contratti di telefonia mobile portano quasi sempre aumenti dei costi. Vediamo se è possibile fermare le variazioni effettuate dagli operatori.

tariffe telefoniche variazioni
Adobe Stock

Lo smartphone, amico fedele che ci accompagna nella quotidianità, è diventato uno strumento indispensabile sia nella sfera privata che lavorativa. Sembra strano pensare che è esistito un tempo in cui non si seguiva passo passo la vita degli altri oppure in cui non era possibile comunicare in qualsiasi momento con un amico o un parente lontano. Oggi siamo intrappolati in una rete di relazioni sociali virtuali da cui spesso è difficile uscire e dipendiamo da un gestore telefonico e da un piano tariffario. Si è sempre alla ricerca dell’offerta che consente di parlare illimitatamente, navigare per ore e ore senza spendere cifre troppo alte. Quando si trova il giusto compromesso si stipula un contratto pensando di aver trovato l’operatore perfetto. Ma nel tempo si possono notare variazioni di prezzo, modifiche non richieste ma ugualmente effettuate dal gestore. Come tutelarsi da questa libertà di azione?

Tariffe telefoniche, come difendersi dalle variazioni

La normativa stabilisce che l’operatore telefonico ha la possibilità di effettuare modifiche unilaterali del contratto ma solamente ad alcune condizioni. Dovrà seguire determinate tempistiche e direttive sulle quali vigila l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Una prima regola riguarda la trasparenza ossia la necessità che la variazione venga comunicata al cliente e non risulti, dunque, tacita. Attraverso un SMS, l’operatore dovrà informare tutti i clienti della modifica unilaterale in programma e dovrà lasciare il tempo all’utente di decidere se accettare il cambiamento oppure cambiare compagnia. Se l’opzione scelta è il recesso, questo dovrà avvenire senza che al cliente venga chiesto alcun costo aggiuntivo.

Attenzione ad un dettaglio

Le modifiche unilaterali sono ammesse dalla Legge solamente se la possibilità del loro attuarsi è esplicitamente segnalata nel contratto stipulato tra operatore e cliente. In caso contrario, le tariffe telefoniche non potranno subire alcuna variazione né l’operatore potrà aumentare i costi stabiliti inizialmente. Per riconoscere queste opportunità occorre trovare la dicitura “per sempre” accanto all’offerta di piano tariffario proposta. Una compagnia che non modifica in costi, come espresso nelle sue campagne pubblicitarie, è Iliad.