Naspi marzo 2022: in arrivo i pagamenti con gradite sorprese

I pagamenti Naspi del mese di marzo 2022 sono in arrivo. I percettori potranno ottenere la mensilità ma non solo. Scopriamo la gradita sorpresa.

L’INPS sta erogando la mensilità Naspi per marzo 2022 con l’aggiunta degli arretrati dei mesi precedenti. Vediamo le date del versamento.

Naspi marzo pagamenti
Adobe Stock

La Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego è un’indennità di disoccupazione che l’INPS eroga mensilmente. Si rivolge a tutti i cittadini che hanno perduto l’occupazione per cause involontarie e che avevano contratti di lavoro subordinato. Destinatari della prestazione sono gli apprendisti, il personale artistico, i dipendenti a tempo determinato della PA e i soci lavoratori di cooperative. Ogni mese verrà erogata una somma di importo pari al 75% della retribuzione media mensile imponibile con riferimento agli ultimi quattro anni. Scopriamo in quali giorni del mese di marzo l’INPS effettuerà i pagamenti.

Naspi, i pagamenti di marzo 2022

Le ultime notizie riportano gli avvenuti pagamenti della mensilità di marzo 2022 con riferimento al mese di febbraio 2022 di ieri, 9 marzo, e oggi, 10 marzo. Altri versamenti partiranno domani, 11 marzo. La differente distribuzione delle erogazioni da cittadino a cittadino è legata alla data di presentazione dell’istanza.

Oltre al pagamento della mensilità, l’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale sta erogando gli arretrati da liquidare. Il riferimento è alle somme rimaste bloccate nei mesi precedenti a causa della mancata comunicazione del reddito 2022. Parliamo delle mensilità di dicembre 2021 e dei primi due mesi – gennaio e febbraio – dell’anno in corso. Ciò significa che l’INPS sta regolarizzando ogni pagamento destinato ai disoccupati percettori della Naspi.

Come inoltrare domanda di indennità di disoccupazione

Per i cittadini che hanno perso da poco il lavoro è bene ripetere come inviare domanda di Naspi. La richiesta dovrà essere inoltrata all’INPS – accedendo al portale attraverso le credenziali digitale entro e non oltre 68 giorni dalla data di cessazione di lavoro, dalla cessazione del periodo di maternità, del periodo di malattia indennizzato, di infortunio sul lavoro oppure dal 38esimo giorno in poi dopo il licenziamento per giusta causa.

Una pratica guida sull’inoltro della domanda è reperibile nella sezione del portale INPS riferita agli allegati in cui è possibile visualizzare il tutorial “Naspi: Invio domanda”. L’intera procedura di invio della richiesta di indennità sarà telematica e, solitamente, per lo sbrigo delle pratiche è prevista una tempistica di 30 giorni.