“Fate scorta di pasta” la storica azienda smette di produrla: cosa sta succedendo

Storica azienda italiana ha fermato la produzione in seguito allo stop dei tir per protestare contro il caro carburanti. Entriamo nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

In seguito all’aumento generale dei prezzi sono tante, purtroppo, le famiglie e le aziende alle prese con delle gravi difficoltà economiche.

Il Covid ha avuto, e continua ancora ad avere, delle ripercussioni negative sia per quanto riguarda l’aspetto delle relazioni sociali che quelle economiche. Se tutto questo non bastasse, l’aumento generale dei prezzi, a partire da quello delle materie prime, finisce per aggravare ulteriormente la situazione.

Sempre più famiglie e imprese, quindi, si ritrovano a dover fare i conti con prezzi in aumento, il tutto a fronte, spesso, di minori entrate. Una situazione indubbiamente difficile da gestire, che ha portato una storica azienda italiana a fermare la produzione in seguito allo stop dei tir per protestare contro il caro carburanti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa sta succedendo.

Caro bollette, la decisione dei benzinai che fa tremare gli automobilisti: cosa sta succedendo

Stop dei tir per caro carburanti, “La Molisana” ferma la produzione: cosa c’è da sapere

Sono molti purtroppo i fattori esterni che incidono negativamente sulle nostre tasche. Lo sanno bene, purtroppo, molti pensionati che rischiano di restare senza luce e acqua. Ma non solo, tra le categorie maggiormente colpite dalla situazione si annoverano anche le aziende.

Quest’ultime, infatti, alle prese con l’aumento delle bollette si ritrovano a dover fare i conti con delle spese che spesso risultano difficili da sostenere e che pertanto gravano ulteriormente sul bilancio aziendale. Proprio partendo da questa situazione difficile nasce la protesta dei camionisti contro il caro carburante. Una vera e propria stangata che si è abbattuta sul mondo dei trasporti, che potrebbe portare con sé, a breve, delle gravi conseguenze.

Ne è un chiaro esempio, purtroppo, la decisione di una storica azienda italiana di fermare la produzione proprio in seguito alla protesta dei camionisti. Si tratta del pastificio La Molisana con l’amministratore delegato, Giuseppe Ferro, così come si legge su Il Corriere della Sera, che a tal proposito ha spiegato:

I nostri camionisti  non possono uscire dallo stabilimento perché verrebbero fermati dai loro colleghi che stanno bloccando strade e autostrade a partire dalla Puglia: non potendo portare la semola dal mulino allo stabilimento e la pasta dallo stabilimento ai distributori, abbiamo deciso di bloccare la produzione da domani. E penso che non saremo l’unica azienda a farlo“.

Bollette, occhio al furto di energia elettrica: la verità che non ti aspetti

Secondo l’amministratore dello storico Pastificio, infatti, la decisione dell’azienda potrebbe non essere isolata, con tante altre che, a breve, potrebbero ritrovarsi nella stessa condizione di non poter proseguire con la produzione. Una situazione indubbiamente difficile che necessita un intervento con misure ad hoc, volte ad aiutare famiglie e aziende a poter fronteggiare le varie spese.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base