Il risparmio parte dagli elettrodomestici: i trucchi per ridurre i consumi

Il risparmio in bolletta si ottiene tenendo sotto controllo gli elettrodomestici. Scopriamo i trucchi che consentono di ridurre i consumi per combattere i rincari.

Le bollette troppo alte possono essere causate dall’uso di alcuni elettrodomestici. Vediamo quali apparecchi consumano di più e come evitare pesanti batoste.

risparmio elettrodomestici
Adobe Stock

I rincari di luce e gas pesano molto sulle bollette. Cifre astronomiche stanno mettendo in crisi tante famiglie e imprese. Le previsioni per il prossimo futuro continuano ad essere funeste e, di conseguenza, è arrivato il momento di attivarsi in prima persona per evitare di finire sul lastrico. In attesa degli aiuti del Governo, dunque, è nostro compito ridurre i consumi e le spese mensili partendo dagli elettrodomestici. E’ bene sapere che diversi apparecchi consumano in maniera eccessiva se utilizzati in maniera scorretta.

Caro bollette, ecco le idee giuste: il risparmio in tre consigli

Risparmio e elettrodomestici, cosa occorre sapere

Mentre il Governo è al lavoro per emanare un provvedimento contro il caro-bollette e tutelare i cittadini, nel nostro piccolo possiamo imparare a limitare i consumi riducendo i costi mensili degli elettrodomestici. Il primo dettaglio da considerare è la classe energetica di frigoriferi, lavatrici e lavastoviglie. Più la classe è alta, meno consumi si avranno. Si può pensare, dunque, di sostituire un vecchio apparecchio dai consumi eccessivi con un nuovo elettrodomestico di classe A + o superiore. Occorrerà affrontare una spesa iniziale ma nel lungo termine si noterà un piacevole risparmio in bolletta recuperando l’importo.

l Bonus dei sogni: mobili ed elettrodomestici nuovi per creare una casa speciale

Una seconda indicazione da seguire riguarda il corretto utilizzo degli elettrodomestici. Fare partire lavatrici e lavastoviglie a pieno carico consente di effettuare meno lavaggi. Allo stesso modo è importante optare per un programma a basso consumo. Gli ultimi modelli, ad esempio, hanno programmi eco per un ulteriore risparmio. Non dimentichiamo, poi, di tenere puliti gli elettrodomestici. Una manutenzione frequente permetterà all’apparecchio di funzionare efficacemente limitando dispersioni inutili di energia. Si parla di un risparmio del 30%.

Altre direttive da seguire

Un altro elettrodomestico frequentemente utilizzato è il forno. In questo caso è consigliabile optare per temperature non elevate, non aprire spesso lo sportello e spegnerlo prima della conclusione della cottura in modo tale da sfruttare il calore residuo. Inoltre, è preferibile utilizzare un forno a microonde rispetto al forno a gas. I consumi sono dimezzati e, dato che il preriscaldamento è superfluo, si ottimizzano i tempi.

Altro consiglio è di coprire sempre pentole e padelle con il coperchio per una cottura più veloce e di spegnere prima i fuochi lasciando che il calore residuo concluda la cottura. Passando al frigorifero, altro elettrodomestico dagli elevati consumi, è utile evitare di aprire e chiudere spesso lo sportello così come è consigliabile tenerlo in ordine con ogni prodotto posizionato nella giusta sezione di riferimento. Concludiamo ricordando che la lucetta dello stand by di televisori o pc ha un piccolo consumo che se sommato al resto degli sprechi e moltiplicatore per il numero di ore giornaliere arriverà ad incidere notevolmente sulle bollette.