Obbligo Super Green Pass al lavoro, ci siamo: le sanzioni previste

Scatta il 15 febbraio 2022 l’obbligo di Super Green Pass al lavoro per gli over 50 così come previsto dal decreto legge dello scorso 7 gennaio

Per chi non è in linea con la direttiva in caso di controlli potrebbero scattare delle multe decisamente salate. Vediamo le varie casistiche nel dettaglio.

Obbligo Super Green Pass
Fonte Adobe Stock

Il numero di contagi è in fase calante, ma nonostante i dati incoraggianti siamo ormai prossimi ad altre restrizioni che si spera siano le ultime. Dal 15 febbraio infatti scatta l’obbligo di Super Green Pass sui posti di lavori pubblici per i cittadini che abbiano almeno 50 anni.

Questa certificazione viene rilasciata solo ai soggetti vaccinati o che sono guariti dal virus. Nella lista sono ricompresi anche i lavoratori autonomi e professionisti. Chi non si adegua a tale direttiva rischia la sospensione di ruolo o stipendio.

Super Green Pass, attesa la svolta: cosa potrebbe cambiare

Obbligo Super Green Pass al lavoro over 50: le contravvenzioni a cui vanno in contro i trasgressori

La disposizione entrata in vigore con il decreto del 7 gennaio 2022 ha lasciato un discreto margine di tempo ai diretti interessati di mettersi in regola e di effettuare almeno le prime due dosi o la terza di rafforzamento per chi aveva già effettuato il primo ciclo vaccinale.

L’alternativa è la guarigione dal Covid da meno di 6 mesi, che visto il picco di casi toccato a gennaio, ha permesso a tanti lavoratori di evitare la vaccinazione. Il decreto in questione prevede che tale obbligo sarà in vigore almeno fino al 15 giugno 2022. 

Chi si presenta al lavoro senza certificato sarà prontamente rispedito a casa e sarà considerato assente ingiustificato. Ciò significa che non riceverà alcuna retribuzione. Chi invece pensa di poter fare il “furbetto” rischia una contravvenzione che va dai 600 ai 1500 euro.

Bancomat vietato senza Super Green Pass: che cosa ha scatenato il panico

Questa è la sanzione prevista per i dipendenti che vengono sorpresi sul luogo di lavoro senza Green Pass rafforzato. In caso di violazione reiterata, la sanzione viene raddoppiata.

Gli unici che possono “farla franca” sono coloro che dimostrano di incorrere in criticità in seguito alla vaccinazione. È necessaria l’apposita documentazione di un medico che abbia riscontrato l’incompatibilità del paziente al vaccino anti-covid.