Conti deposito, buoni postali o titoli di Stato: ecco come investire al meglio i propri soldi nel 2022

Conti deposito, buoni postali o titoli di Stato? Entriamo nei dettagli e vediamo come investire al meglio i propri soldi nel 2022.

Spesso non ci facciamo caso, eppure sono davvero molte le volte in cui dobbiamo mettere mano al portafoglio in modo tale da pagare i vari beni e servizi di nostro gradimento.

Conti deposito, buoni postali o titoli di stato
Foto © AdobeStock

Cibo, prodotti per la pulizia della casa, vestiti, istruzione, bollette e che più ne ha più ne metta. Sono davvero innumerevoli le volte in cui sborsiamo del denaro e per questo non crea stupore il fatto che in molti siano alla ricerca di soluzioni alternative grazie alle quali poter guadagnare qualche euro extra. Come noto, d’altronde, se è pur vero che lasciare i propri soldi sul conto corrente è la soluzione più sicura, dall’altro canto non si può trascurare il fatto di come si riveli essere quella meno redditizia.

Proprio per questo motivo interesserà sapere che vi sono delle soluzioni alternative grazie alle quali cercare di guadagnare qualche euro più in più. In particolare sono in molti a chiedersi quale strumento tra conti deposito, buoni postali o titoli di Stato sia in grado di garantire il rendimento più alto. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Conto corrente, perdi 300 euro senza nemmeno accorgetene: l’ultimo terribile incubo

Conti deposito, buoni postali o titoli di Stato, come investire al meglio nel 2022: tutto quello che c’è da sapere

Come abbiamo già avuto modo di vedere, lasciare i propri soldi fermi sul conto corrente può rivelarsi spesso controproducente per via dei costi e dei rischi derivanti. Proprio in tale ambito, pertanto, interesserà sapere che è possibile investire in strumenti alternativi che consentono di guadagnare qualche euro in più.

Tra le soluzioni più sicure e a basso rischio si annoverano i conti di deposito, i buoni postali e i titoli di Stato. Ma quale garantirà un rendimento maggiore nei prossimi tre anni? Ebbene, entrando nei dettagli interesserà sapere che al momento il miglior conto deposito offre un rendimento annuo pari all’1,3% lordo per un investimento di tre anni.

Sempre per chi desidera investire per una arco di tempo pari a tre anni, un’altra valida soluzione è rappresentata dai buoni fruttiferi postali. In particolare interesserà sapere che il Buono postale ordinario offre un rendimento pari allo 0,05% annuo, mentre il Buono ordinario 3×4 garantisce alla fine del terzo anno un rendimento pari allo 0,10% annuo.

Pasta, stangata in arrivo: preoccupante aumento dei prezzi

Per finire, come già detto, un’altra valida alternativa è rappresentata dai titoli di Stato. In questo caso è possibile decidere di investire sui Buoni Ordinari del Tesoro e rinnovarli ogni anno. In alternativa è possibile investire su Buoni del Tesoro Poliennale con scadenza tre anni. Al momento i BOT registrano un rendimento negativo, mentre il BTP con scadenza febbraio 2025, Isin: IT0005386245, ha un valore attuale di 99,4 centesimi e offre alla scadenza un rendimento lordo pari allo 0,5% annuo.