Bonus veicoli sicuri, boom di domande: come utilizzare la piattaforma

Il Bonus veicoli sicuri è nel pieno della sua attività. La piattaforma è attiva e ha già raccolto numerose richieste di rimborso. Scopriamo di più.

Il Bonus veicoli sicuri consente di ottenere il rimborso del costo della revisione auto e moto effettuata tra i 1° novembre e il 31 dicembre 2021. Vediamo come procedere.

bonus veicoli
Adobe Stock

I contribuenti che hanno effettuato la revisione dell’auto o della moto possono richiedere il rimborso di parte della spesa sostenuta registrandosi alla piattaforma dedicata. Ad oggi sono arrivate quasi 41 mila domande e le prime erogazioni sono già partite. Nello specifico, i versamenti stanno attualmente interessando 23.645 utenti per un importo di 9,95 euro. Tale, infatti, è la somma che verrà rimborsata agli automobilisti.

Inps, occhio ai pagamenti di febbraio 2022: dal reddito di cittadinanza al bonus bebè

Bonus veicoli, come approfittarne

Per combattere i rincari il Governo ha pensato di attivare il Bonus veicoli sicuri per consentire all’automobilista di recuperare una parte della spesa sostenuta per revisionare l’auto o la moto di proprietà. Ad oggi possono accedere alla piattaforma www.bonusveicolisicuri.it tutti gli utenti che hanno effettuato la revisione nel periodo compreso tra il 1° novembre e il 31 dicembre 2021. La registrazione al portale è consentita esclusivamente con SPID di sicurezza di livello 2.

Bonus disabili 2022: come richiederlo e quali sono gli importi previsti

L’accredito di 9,95 euro avverrà direttamente sul conto corrente bancario o postale dell’automobilista che richiederà il Bonus. Di conseguenza, durante la registrazione e l’inoltro della domanda sarà necessario indicare l’IBAN corretto su cui avere l’accredito della somma. Il riconoscimento dell’importo verrà riconosciuto solamente per un unico veicolo e concesso una sola volta. Non sarà necessario, però, allegare ricevute di pagamento alla richiesta.

Anno 2022, vale ancora la misura?

Gli automobilisti che hanno effettuato la revisione dopo il 1° gennaio 2022 potranno accedere alla misura a partire dal 1° marzo. Questa è la data prevista per l’inoltro delle domande relative all’anno in corso. E’ inutile, dunque, accedere ora alla piattaforma dato che sul sito del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili è espressamente scritto “Per i contributi da erogare per l’anno 2022 verrà data evidenza con un successivo avviso“.

Il passo da compiere fin d’ora è, invece, la richiesta dello SPID per chi ne fosse ancora sprovvisto. La modalità di inoltro della domanda di identità digitale può essere visionata direttamente sulla piattaforma del Bonus veicoli sicuri.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base