Che mutuo si può ottenere con uno stipendio da 1300-1600 euro al mese

Vediamo qual è la cifra massima che si può ottenere a titolo di mutuo per comprare una casa con uno stipendio più o meno nella media italiana

Per acquistare casa il primo passo da compiere è ottenere un mutuo vantaggioso. Per riuscirci però bisogna partire da solide basi e da una posizione lavorativa stabile.

Mutuo
Fonte Adobe Stock

Chiedere un mutuo per acquistare casa è un passo importante nella vita di una persona o di una famiglia. Si tratta di una scelta che va ponderata e alle volte può non bastare la buona volontà.

Le banche infatti richiedono delle garanzie prima di concedere il denaro utile per comprare un’abitazione. Molto dipende dal tipo di impiego del richiedente (se è autonomo o dipendente) e dal relativo stipendio.

Il reddito deve essere stabile e derivante da un lavoro fisso che garantisce il regolare e continuo stipendio mensile. Inoltre la rata del mutuo non deve essere superiore al 30-35% del reddito che si acquisisce in un mese ed è necessario dare una garanzia (generalmente un’ipoteca su un bene).

Mutuo, quanto spetta a chi ha uno stipendio di 1.500 euro: le ipotesi

Mutuo: ecco quanto si può ottenere con uno stipendio tra i 1300 e i 1600 euro al mese

A ciò bisogna aggiungere che le banche non accettano richieste di mutui che verrebbero estinti oltre il compimento di 75-80 anni del richiedente. Queste sono delle condizioni generali che devono essere sempre prese in considerazione. Andando invece nello specifico, quanto può ottenere un lavoratore con un salario medio tra i 1300 e i 1600 euro al mese?

Il primo passaggio da compiere è quello di calcolare il 30-35% della cifra precisa che si percepisce. Considerando la soglia minima del range sopracitato ovvero 1300 euro e una durata di 30 anni ne deriva che il mutuo massimo ottenibile è di 140mila euro. 

Rate del mutuo, l’incubo di non riuscire a pagarlo: tre strade verso la salvezza

Leggermente più rosea la situazione di chi può vantare uno stipendio di 1600 euro. Con il medesimo conteggio, la cifra che viene fuori è di 170mila euro in 30 anni. Niente male se non fosse che con questo budget nei grandi centri è decisamente difficile trovare una sistemazione che possa soddisfare le esigenze di una famiglia (moglie, marito e due figli). Sicuramente però può essere un punto di partenza importante. Poi, naturalmente ogni caso ha delle sue dinamiche che vanno analizzate attentamente con il proprio istituto bancario.