Offerte di lavoro, le due regioni che ricercano personale: ecco come candidarsi

Un bando di concorso quasi inatteso. Le regioni si mettono alla ricerca di personale in un momento tanto delicato.

Lavoro
Adobe

I tempi che viviamo rappresentano di certo non il massimo. Difficoltà in ogni ambito del settore economico, difficoltà sociali, la pandemia che in qualche modo sembra aver alterato qualsiasi cosa, ed un perenne stato di insoddisfazione insomma. Al momento, quindi, escludendo i casi di cittadini pienamente soddisfatti della propria condizione non si può certo dire degli italiani come di un popolo professionalmente parlando appagato. Succedono però alcune cose che di colpo sembrano cambiare le care in tavola, mescolarle cosi come non si poteva immaginare.

Succede che la prospettiva di un nuovi lavoro, di un lavoro migliore possa arrivare da un ente pubblico, addirittura da una regione e per di più da una regione del sud Italia, dove numeri alla mano la disoccupazione in alcuni casi raggiungerebbe vette altissime. Le offerte di lavoro arrivano sul serio, da ben due regioni, Calabria e Sicilia. Richieste ben specifiche che potrebbero in qualche modo rappresentare l’offerta della vita, quella alla quale è impossibile dire di no, nel caso. Andiamo a scoprire bene di cosa si tratta e come potersi candidare.

Offerte di lavoro, le due regioni che ricercano personale: quali sono i profili mancanti

La regione Calabria ha quindi ufficializzato un bando per la ricerca di 537 persone per il proprio centro impiego. Contratti a tempo determinato ed indeterminato e possibilità di inviare la propria candidatura entro il prossimo 30 gennaio 2022. Il settore per il quale si ricerca personale è quello amministrativo contabile, risorse umane e orientamento al lavoro. I profili richiesti, nello specifico sono i seguenti:

  • 279 posti settore amministrativo finanziario con diploma di laurea
  • 177 posti istruttore amministrativo con diploma di istruzione secondaria
  • 29 posti specialista in servizi per il lavoro con laurea magistrale
  • 5 posti analista del mercato di lavoro con laurea triennale e/o magistrale
  • 37 posti specialista in servizi per il lavoro laurea triennale e/o magistrale
  • 5 posti specialista informatico laurea triennale e/o magistrale
  • 5 posti specialista in comunicazione con laurea triennale e/o magistrale.

Le professioni vincenti nel 2022: come entrare prepotentemente nel mondo del lavoro

La selezione avverrà tramite un’unica prova scritta da svolgere on ine. Quaranta i quesiti a scelta multipla per sondare la conoscenza della lingua inglese, tecnologia informatiche e competenze per ogni area interessata alla selezione stessa. In base alla prova sostenuta ed al titolo di studio verrà poi assegnato un punteggio ad ogni candidato. Anche la regione Sicilia indice un bando di concorso per bene 1204 posizioni sempre nel settore dei centri per l’impiego. In questo caso le domande dovranno essere inviate entro la mezzanotte del 28 gennaio 2022. I profili richiesti, in questo caso sono i seguenti:

  • 119 posti per specialista amministrativo contabile con titolo di laurea;
  • 105 posti per specialista mercato e servizi lavoro con titolo di laurea;
  • 11 posti per specialista informatico statistico con titolo di laurea;
  • 11 posti per analista del mercato del lavoro con titolo di laurea;
  • 176 posti per istruttore amministrativo contabile con diploma di istruzione secondaria;
  • 311 posti per istruttore mercato del lavoro con diploma di istruzione secondaria.

La valutazione dei titoli presentati porterà poi ad una prova scritta nelle materie di competenza di ogni ambito di riferimento. Attraverso i siti web delle due regioni è possibile trovare tutte le informazioni circa le modalità di candidatura. L’accesso tramite Spid, consentirà, attraverso il sistema Step-One 2019 consentirà la candidatura alle varie posizioni richieste. La quota di iscrizione è di 10 euro. Necessaria inoltre la disponibilità di una casella di posta certificata (PEC). Il lavoro insomma potrebbe arrivare proprio dal settore pubblico, in due regioni dove la voglia di certezze e solidità occupazionale sono forti più che mai. I candidati non devono fare altro che affrettarsi, insomma, la scadenza è più che vicina.