Buoni Fruttiferi Postali, i migliori del 2022 per un investimento proficuo

I Buoni Fruttiferi Postali sono tra gli strumenti di risparmio e investimento preferiti dagli italiani. Scopriamo quali acquistare nel 2022 per avere un guadagno interessante. 

buoni fruttiferi postali 2022
Pixabay

Tutelare i propri risparmi e vederli fruttare nel tempo è un obiettivo che tante persone scelgono di raggiungere investendo nei Buoni Fruttiferi Postali. Non parliamo di rendimenti elevati dato che i guadagni maggiori si possono avere solamente rischiando molto, ma di profitti certi con la sicurezza di non perdere il capitale. La facilità di acquisto, la garanzia del capitale iniziale e la semplicità del prodotto sono proprio le caratteristiche che invogliano gli italiani optare per questo strumento di investimento. I prodotti proposti, però, sono vari e occorre scegliere il Buono Fruttifero giusto per avere il massimo rendimento possibile.

Buoni fruttiferi, Poste Italiane costretta a pagare 37 mila euro in più: cosa sta succedendo

Buoni Fruttiferi Postali 2022, perché sceglierli

I Buoni di Poste Italiane vengono scelti perché emessi da Cassa Depositi e Prestiti e garantiti dallo Stato Italiano. Inoltre, non prevedono costi di acquisto, di rimborso o di gestione e il riscatto può avvenire sia al termine naturale della scadenza sia durante la maturazione. In ogni caso, il titolare ha il diritto di avere il 100% del capitale iniziale. Per quanto riguarda gli interessi – non elevati come già detto – sono fissi e crescenti durante tutto il periodo di sottoscrizione e iniziano a maturare fin dal primo giorno.

I Buoni Fruttiferi, poi, godono della fiscalità di vantaggio al 12,50%, sono esenti dall’imposta di successione e la procedura di acquisto si rivela essere semplice e veloce sia effettuandola online che presso un Ufficio Postale.

Quali sono le opzioni migliori nel 2022?

Dopo aver visto i vantaggi generali dei Buoni, è il momento di capire quali sono le migliori opzioni di sottoscrizione nel 2022. La scelta deve cadere preferibilmente sui BFP di medio-lungo tempo in modo tale da accumulare più rendimenti possibili. Gli interessi, infatti, crescono con l’aumentare del periodo di possesso.

Libretti di risparmio dormienti, Poste Italiane avverte: affrettatevi, c’è ancora poco tempo a disposizione

Volendo optare per un’attesa di 5 anni il prodotto da valutare è il Buono 4 anni Risparmio Semplice. Salendo a 10 anni, invece, la scelta migliore si rivela essere il Buono 3X4 con l’investimento a scadenza dopo i nove anni. L’attesa di 15 o 20 anni verrebbe premiata maggiormente acquistando il Buono 4X4. Per approfondire gli aspetti e le condizioni generali di ogni singolo buono basterà accedere al portale di Poste Italiane ed entrare nella sezione dedicata. Sarà possibile utilizzare anche un simulatore che consentirà di conoscere i rendimenti futuri in base al buono scelto e alla durata della sottoscrizione.