Libretti di risparmio dormienti, Poste Italiane avverte: affrettatevi, c’è ancora poco tempo a disposizione

Attenti all’avviso pubblicato da Poste Italiane in merito ai libretti di risparmio postale dormienti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

libretti risparmio dormienti
Foto © AdobeStock

I soldi non garantiscono la felicità ma aiutano, senz’ombra di dubbio, a risolvere un bel po’ di problemi. A partire dalle bollette di acqua, luce e gas, passando per i vestiti, fino ad arrivare all’alimentazione, in effetti, sono davvero tante le volte in cui ci ritroviamo a dover sborsare del denaro. Proprio per questo motivo non stupisce che siano in molti a volgere un occhio di riguardo al mondo del risparmio, in modo tale da avere sempre qualche euro extra a cui attingere in caso di necessità.

Allo stesso tempo si ricorda sempre che non bisogna mai esagerare, finendo, ad esempio, per non toccare il proprio denaro. Lo sa bene Poste Italiane che ha pubblicato un avviso inerente i cosiddetti libretti di risparmio dormienti. In particolare bisogna sapere che i soggetti interessati hanno ancora poco tempo a disposizione e per questo è meglio affrettarsi. Ma per quale motivo e soprattutto cosa sta succedendo? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Spid Poste Italiane a pagamento, ma attenzione: gratis è possibile, come fare

Libretti di risparmio dormienti, Poste Italiane avverte: cosa sta succedendo

Qualche giorno fa abbiamo visto assieme come ottenere tassi di interesse più alti con Poste Italiane è possibile. Oggi, invece, porremo la nostra attenzione su un avviso pubblicato da Poste Italiane che riguarda i cosiddetti libretti di risparmio dormienti. Quest’ultimi, ricordiamo, non sono altro che i libretti non movimentati dal titolare da più di 10 anni.

Ma non solo, non sono sottoposti a procedimenti o blocchi operativi che ne impediscano la movimentazione delle somme e che presentano un saldo superiore a 100 euro. Ebbene, consultando il sito ufficiale di Poste Italiane è possibile consultare la lista dei libretti dormienti ordinati in base al numero identificativo dell’ufficio postale.

Libretti di risparmio dormienti, Poste Italiane avverte: occhio alle tempistiche

In particolare, in base all’ultimo elenco pubblicato, i titolari dei libretti in questione dovranno recarsi presso un ufficio postale entro il 21 giugno 2022. In questo modo sarà possibile censire anagraficamente il proprio libretto. In caso contrario i libretti in questione verranno estinti, con i soldi devoluti al Fondo gestito dal Consap.

Ma non solo, i titolari di libretti dormienti alla data del 31 agosto dovranno recarsi presso un qualsiasi ufficio potale entro il 29 marzo 2022. Questo, come già detto, sempre al fine di permettere il censimento anagrafico del proprio libretto. In caso contrario, dopo tale data, il libretto verrà estinto e i soldi destinati al fondo gestito da Consap.

Green Pass obbligatorio, nuova stretta: quanto costa fare i tamponi per andare a lavoro

Libretti di risparmio dormienti, Poste Italiane avverte: cosa c’è da sapere

In base a quanto si evince dal sito di Poste Italiane, inoltre, è bene ricordare che i “titolari dei Libretti che hanno ricevuto una comunicazione da Poste Italiane in cui viene segnalata la dormienza del Libretto, per evitarne l’estinzione ed il trasferimento dei relativi saldi al Fondo sopraindicato, sono tenuti ad inviare una comunicazione all’indirizzo riportato nella lettera ricevuta oppure ad effettuare operazioni a valere sul Libretto entro il termine indicato nella comunicazione stessa“. I soggetti interessati, pertanto, è meglio che si affrettino, onde evitare di dover fare i conti con spiacevoli inconvenienti.