Più ricchi (e sereni) con Poste Italiane: investimenti redditizi con un basso capitale iniziale

Poste Italiane, quali sono gli investimenti più redditizi partendo da un capitale non elevato? Scopriamo i prodotti tra cui scegliere il primo mattoncino di un futuro più ricco.

Poste Italiane investimenti basso capitale
Adobe Stock

Poste Italiane è una solida realtà italiana che cerca costantemente di accontentare i clienti su più fronti. Per adattarsi alle esigenze delle persone l’azienda ha introdotto sempre più prodotti e servizi. Oltre a spedire pacchi e pagare bollette, presso un Ufficio Postale è possibile richiedere lo SPID, stipulare un’assicurazione oppure accedere a vari servizi finanziari. In Poste Italiane è possibile investire i propri risparmi, tutelandoli e facendoli crescere nel tempo. Le proposte dell’azienda sono volte alla sicurezza e attirano investitori accorti, non amanti del rischio ma desiderosi di ottenere dei guadagni anche se minimi. Nel mondo della speculazione, infatti, maggiori sono i rischi più alto sarà il guadagno ma questo non è l’obiettivo dei piccoli risparmiatori il cui desiderio è unicamente proteggere il capitale iniziale.

Buoni fruttiferi postali: dematerializzati o cartacei? C’è un motivo importante nella scelta

Poste Italiane, Buoni fruttiferi tra i migliori investimenti

Volendo investire partendo da un capitale basso compreso tra 100 e 500 euro è consigliabile valutare la possibilità di sottoscrizione dei Buoni Fruttiferi Postali. Si tratta di strumenti di risparmio e investimenti i cui rendimenti non sono elevati ma garantiscono il recupero del 100% della somma versata.

I prodotti tra cui scegliere sono diversi. Citiamo il Buono 4 anni Risparmio Semplice caratterizzato da flessibilità e dal rendimento dello 0,50% con un raggiungimento minimo di 24 sottoscrizioni periodiche nel Piano di Risparmio; il Buono Obiettivo 65 che garantisce una rata mensile fino agli 80 anni da incrementare in qualsiasi momento e il Buono Fruttifero 4X4 della durata massima di 16 anni per un rendimento crescente negli anni.

Postefuturo Investimenti, una soluzione da non sottovalutare

Postefuturo Investimenti consente con un piccolo capitale di iniziare a speculare attivando il prodotto telematicamente. Il cliente, inserendo le informazioni sul proprio profilo finanziario, conoscerà le opzioni di investimento suggerite da Poste Italiane. Condizione di partecipazione è la titolarità di un conto BancoPosta oppure di un Libretto Smart. Entrambe dovranno essere abilitate alle funzionalità dispositive digitali.

Buoni fruttiferi o conti deposito, attenzione: come investire al meglio i propri soldi

Da sapere che il portale di Poste Italiane consente di simulare gli investimenti semplicemente indicando l’importo da investire e la durata della speculazione.

Poste Italiane, investimenti nelle obbligazioni

La scelta del piccolo risparmiatore potrebbe vertere sulle obbligazioni di Poste Italiane. Requisiti per la sottoscrizione sono la titolarità di un conto corrente BancoPosta, il possesso di un libretto di risparmio, la sottoscrizione di un contratto per la prestazione di servizi e attività di investimento e, infine, la titolarità di un deposito titoli. L’investimento del capitale iniziale – anche di somme comprese tra 100 e 500 euro – potrà avvenire online oppure presso un Ufficio Postale.