Gratta e vinci, ecco cosa non fare mai: il successo ha un percorso preciso

Vincere al Gratta e vinci è senza dubbio uno dei sogni nascosti degli italiani e non solo. Ecco come potrebbe accadere.

superenalotto oroscopo
adobe

Il Gratta è vinci, si sa, è uno dei sogni proibiti degli italiani e chiaramente non solo. In tutto il mondo il fenomeno è ormai parte integrante della vita dei cittadini, in un modo o nell’altro parliamo di uno dei giochi che forse più di tutti è entrato nelle abitudini e del quotidiano delle persone. Ogni momento è buono per un Gratta e vinci, si potrebbe dire quasi come spot. Le giornate tipo degli italiani sono spesso scandite proprio da pause che in ultimo prevedono la consueta “grattata” quotidiana.

Ovviamente tantissimi giocatori, si direbbe milioni di essi, immaginano di poter addirittura delineare una sorta di regola per arrivare all’ipotetica vincita. Prendere soltanto quel tipo di biglietto, quel determinato numero, in quel determinato luogo, presso quella determinata tabaccheria. Piccoli accorgimenti assolutamente indotti da una logica approssimativa che più che altro illude gli stessi giocatori di poter governare di fatto tutta la dinamica legata al gioco ed alla abitudine stessa. Nel frattempo però, in un certo modo, qualche indicazione, secondo qualcuno può essere fornita lo stesso.

Gratta e vinci, il successo può avere un percorso preciso: le cosa da non fare sicuramente

Nella maggior parte dei casi, cosi come si faceva una volta per i biglietti della lotteria nazionale, si immagina di poter trovare la fortuna acquistando tagliandi a molti chilometri di distanza dalla propria residenza. Evidentemente i chilometri stessi possono dare l’illusione di prendere in qualche modo per i fondelli la stessa fortuna, questo può saperlo soltanto il diretto interessato. La verità però è che in molti casi si tende ad acquistare periodicamente biglietti in località nelle quali ad esempio ci si trova di passaggio, quasi a voler sfatare un consueto tabù.

Superenalotto e fortuna, occhio al significato dei numeri: chi festeggerà una vincita?

Altro atteggiamento consolidato in chi abitualmente gioca al Gratta e vinci è quello di andare ad acquistare i tagliandi li dove poco prima si è verificata una vincita abbastanza consistente. Altra abitudine priva di senso secondo gli esperti, perchè è chiaro che non può esistere un nesso tra le due cose. Il destino, il caso, la dea bendata o come la si voglia chiamare determinano certe incredibile casualità. Certo, ci sarà chiaramente una regola nella distribuzione delle vincite determinata da chi di fatto produce il biglietto stesso, ma non è regola facile da prevedere, anzi, è letteralmente impossibile da ipotizzare.

Pensare quindi di poter prevedere una vincita, o addirittura immaginare di avere un metodo proprio che consente di andare a scovare i biglietti vincenti è di fatto pura fantasia. E’ il caso a determinare tutto. Potrebbe certo accadere che in uno di questi tentativi effettivamente possa arrivare una vincita, ma di certo non sarebbe scaturita dalla tecnica presunta adottata. Gli italiani, insomma, cosi almeno tutti gli altri giocatori del pianeta, non devono fare altro che affidarsi alla sorte, a quella buona si intende. Grattare all’improvviso la cifra che ti cambia la vita è una bella impresa. Di sorte, una simile impresa, ne chiede davvero tanta. Tentare, certo, non nuoce, ma pensare di avere la vittoria in tasca, quello si, potrebbe nuocere, eccome.