Invalidità civile, un 2022 di cambiamenti: nuovi importi e limiti reddituali

L’invalidità civile cambia aspetto nel 2022. Scopriamo i nuovi importi dell’assegno erogato e i requisiti legati ai limiti reddituali.

invalidità civile 2022 requisiti
Adobe Stock

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha modificato gli importi degli assegni di invalidità civile. Il cambiamento in positivo si è reso necessario a causa dei nuovi rilevamenti effettuati dall’Istat sui prezzi al consumo. I percettori della prestazione possono aspettarsi, dunque, delle somme aggiuntive anche in riferimento ad altre prestazioni connesse alla disabilità. L’incremento previsto si attesta sull’1,7%.

Invalidità al 74%, assegno mensile e agevolazioni: quello che in pochi sanno

Invalidità civile 2022, ecco i nuovi importi

Gli invalidi civili percepiranno un assegno mensile di 291,69 euro e non più di 287,09 euro. La variazione è stata attivata dallo scorso 1° gennaio 2022. Allo stesso modo, incrementi sono previsti per la pensione di inabilità e l’indennità di frequenza. Un’altra prestazione il cui importo varierà in considerazione degli aumenti dei prezzi al consumo è l’assegno di accompagnamento. La somma erogata sarà di 525,17 euro anziché 522,10 euro.

Messaggio Inps: con questo certificato si ha diritto immediato all’invalidità

I percettori dell’assegno sociale, poi, riceveranno a partire dal mese in corso i 380,86 euro con l’incremento di 86,79 euro. Unica condizione è un reddito basso. Per l’indennità di comunicazione si riceveranno, invece, 260,76 euro al mese mentre gli ipovedenti avranno un assegno da 216,49 euro. Infine, la pensione per i ciechi salirà a 315,45 euro mentre quella per i ciechi assoluti a 946,80 euro.

Limiti reddituali tra le novità del 2022

Oltre agli importi, nel 2022 cambieranno i limiti reddituali di accesso all’invalidità civile e ad altre prestazioni. Il limite non superabile è di 5.10,20 euro per l’assegno di invalidità. La soglia limite per i ciechi, i sordi e per la pensione di inabilità è fissata a 17.050,42 euro. Requisito fondamentale per ottenere la prestazione, dunque, è avere un reddito non elevato. Inoltre, ricordiamo che è previsto l’accertamento sanitario per poter dimostrare di avere diritto alla misura richiesta.

Accertamento sanitario per l’assegno di invalidità

Per usufruire dell’aumento dell’assegno di invalidità occorre rispettare requisiti reddituali e sanitari (stesso discorso per il riconoscimento dell’invalidità per ciechi, sordi, disabili…). Possono presentare domanda di accesso alla prestazione i cittadini italiani con residenza in Italia, i cittadini stranieri comunitari che soggiornano in modo legale in Italia e i cittadini stranieri extracomunitari che hanno il permesso di soggiorno da almeno un anno.

Legge 104, quando l’invalidità peggiora: ecco come chiedere una nuova visita

Per avviare la procedura di erogazione dell’invalidità civile e ricevere la somma spettante occorrerà sottoporsi ad una visita dal medico di base. Quest’ultimo inoltrerà la documentazione all’INPS mentre sarà compito del richiedente inoltrare la domanda entro 90 giorni. Sarà, poi, una commissione medica dell’INPS a decidere se i requisiti sono soddisfatti o meno. Concludiamo ricordando che l’inoltro della richiesta potrà avvenire online accedendo ai servizi telematici dell’INPS tramite SPID o CIE o CNS.