Accedere ai servizi Inps senza SPID è possibile. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo assieme tutto quello che c’è da sapere in merito.

Inps servizi spid
Foto © AdobeStock

A partire dal 1° ottobre 2021, ricordiamo, lo Spid ha dato il via ad una vera e propria rivoluzione. Il Sistema Pubblico di Identità Digitale, infatti, è ormai obbligatorio per accedere a tutti i portali della Pubblica Amministrazione nel nostro Paese. A partire dal sito dell’Inps fino ad arrivare all’Agenzia delle Entrate, in effetti, proprio lo Spid è la chiave d’accesso a qualsiasi ufficio online della pubblica amministrazione e non solo.

Non tutti, però, sono in possesso delle credenziali SPID, Carta Nazionale dei Servizi, ovvero CNS, o Carta d’Identità Elettronica, ovvero CIE, necessarie per effettuare tali operazioni. Proprio in tale ambito, pertanto, sorge spontanea una domanda:è possibile accedere ai servizi Inps senza avere lo SPID? Ebbene sì, la risposta è affermativa. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Green Pass obbligatorio, nuova stretta: quanto costa fare i tamponi per andare a lavoro

Inps, accedere ai servizi senza SPID è possibile grazie al Pin telefonico temporaneo

Come già detto Poste Italiane ha deciso di rendere a pagamento il servizio di riconoscimento di persona per ottenere lo Spid. Proprio soffermandosi su quest’ultimo, come già detto, si rivela essere la chiave d’accesso ai vari servizi della pubblica amministrazione. Non tutti, però, ne sono in possesso. Per questo motivo interesserà sapere che è possibile optare per delle soluzioni alternative, grazie alle quali poter accedere ai servizi dell’Inps anche in assenza dello SPID.

Ne è un chiaro esempio il cosiddetto PIN telefonico temporaneo. Quest’ultimo è un nuovo servizio messo a disposizione dall’istituto di previdenza sociale, a cui è possibile accedere attraverso il Contact center dello stesso ente. In quest’ultimo caso, come è facile intuire, non è possibile accedere attraverso SPID, CIE o CNS, in quanto quest’ultime non consentono il riconoscimento telefonico dell’utente.

Ebbene, in base a quanto si evince dal sito dell’Inps, per “ottenere il PIN telefonico temporaneo gli utenti possono accedere direttamente all’applicativo Assegnazione PIN telefonico temporaneo e indicare il periodo di validità desiderato, che varia da un giorno a tre mesi. Gli utenti ottengono così un codice alfanumerico dalla durata prescelta“.

Ma non solo, in caso di smarrimento è possibile generare un nuovo PIN telefonico che va ad annullare in modo automatico il codice precedente. Sarà quindi possibile utilizzare il codice temporaneo per accedere ai vari servizi dell’Inps anche senza SPID.

Inps, delegare un’altra persona è possibile: tutto quello che c’è da sapere

Ma non solo, nel caso in cui non si abbia la possibilità di accedere in modo autonomo ai vari servizi online dell’INPS è possibile delegare un’altra persona di propria fiducia. A tal proposito è bene ricordare che ogni soggetto interessato può delegare una sola persona. Il delegato, a sua volta, può ricoprire tale ruolo fino ad un massimo di cinque persone. Tale limite, è bene sottolineare, non riguarda tutori, curatori e amministratori di sostegno.

Proprio in tale ambito, inoltre, è bene ricordare che, dato che i PIN Inps non sono più attivi dal 30 settembre 2021, per poter continuare ad esercitare il proprio ruolo nei riguardi dei soggetti tutelati, i tutori, i curatori e gli amministratori di sostegno e gli esercenti la potestà genitoriale devono provvedere a richiedere la registrazione di una delega.

Tale richiesta può essere effettuata dal delegante presso un qualsiasi ufficio dell’istituto di previdenza, avendo cura di portare, appunto, il modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale. Si tratta del modulo AA08 che può essere facilmente scaricato dal sito dell’Inps. Ma non solo, bisogna portare anche copia del documento di riconoscimento del delegante.

Inps, richiesta delega da persona diversa dal delegante

Bisogna poi sapere che in determinati casi la richiesta della delega può essere effettuata anche da una persona diversa dal delegante. In particolare tale richiesta può essere effettuata da tutori, curatori e amministratori.

Quest’ultimi devono provvedere ad auto certificare la rappresentanza legale o produrre la documentazione che attesti tale circostanza. Anche gli esercenti la potestà genitoriale possono richiedere la registrazione della delega per conto del minore. Ma non solo, le persone allettate per lunga durata, ricoverate o impossibilitate a recarsi presso gli sportelli dell’istituto di previdenza possono richiedere la registrazione della delega anche attraverso il delegato.

Poste Italiane, ottenere interessi più alti è possibile: la soluzione che non ti aspetti

Quest’ultimo, ovviamente, deve provvedere a presentare a sua volta apposita documentazione, al fine di ottenere la relativa registrazione. Poter accedere ai servizi dell’Inps senza SPID, quindi, è possibile. Non bisogna fare altro che optare per la soluzione più adatta in base alle proprie esigenze e il gioco è fatto.