Agenzia delle Entrate: c’è chi rischia di perdere fino a 500 euro se non invia questa domanda

Attenzione, c’è chi rischia di perdere fino a 500 euro nel caso in cui non provveda ad inviare apposita domanda entro febbraio. Ecco cosa sta succedendo.

500 euro agenzia entrate
Foto © AdobeStock

Alimentazione, vestiti, corsi di formazione, prodotti per la cura della casa e chi più ne ha più ne metta. Sono davvero tante le cose che finiscono, inevitabilmente, per avere un impatto non indifferente sulle nostre tasche. Se tutto questo non bastasse, complice, purtroppo, l’impatto negativo del Covid, sono tante le persone che si ritrovano a dover fare i conti con delle minori entrate. Riuscire a sostenere le varie spese risulta per molti particolarmente difficile.

Proprio in tale ambito, pertanto, si rivelano essere particolarmente importanti le varie agevolazioni e bonus messi in campo dal governo. Allo stesso tempo non bisogna dare mai nulla per scontato. Invitiamo quindi a stare molto attenti, in quanto c’è chi rischia di perdere fino a 500 euro nel caso in cui non provveda ad inviare apposita domanda entro febbraio all’Agenzia delle Entrate. Ma di cosa si tratta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Reddito di cittadinanza e falsi invalidi, occhio ai furbetti: rubati 15 miliardi in due anni

Agenzia delle Entrate, c’è chi rischia di perdere fino a 500 euro: cosa c’è da sapere

Qualche tempo fa abbiamo visto assieme come sia importante prestare attenzione ai movimenti del conto corrente, in quanto vi è un’operazione, in particolare, che può attirare l’attenzione dell’Agenzia delle Entrate. Ma non solo, proprio quest’ultima avverte che c’è chi rischia di perdere fino a 500 euro nella dichiarazione dei redditi del 2022 nel caso in cui non provveda a presentare apposita dichiarazione entro febbraio dell’anno in corso. Ma di cosa si tratta?

Ebbene, bisogna ricordare che, a partire dai farmaci fino ad arrivare alle visite mediche, sono diverse le spese per cui è possibile beneficiare di una detrazione sul 730. Entrando nei dettagli, ad esempio, interesserà sapere che, in occasione della dichiarazione dei redditi del 2022, sarà possibile beneficiare del cosiddetto Bonus musica.

Si tratta, in pratica, di un’agevolazione alle famiglie con figli aventi un’età compresa tra i 5 e i 18 anni che frequentano scuole di musica e conservatori. In tal caso è possibile beneficiare della  detrazione dalle tasse fino a mille euro delle spese sostenute.

Agenzia delle Entrate e bonus acqua potabile: domande al via da febbraio 2022

Ma non solo, sempre con la dichiarazione 730 del 2022, oltre al cosiddetto Bonus Musica è possibile beneficiare anche di un’apposita agevolazione in caso di installazione di sistemi di filtraggio e miglioramento delle acque. Si tratta, in pratica, del cosiddetto bonus acqua potabile e riguarda le spese per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, ma anche raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare e mineralizzazione.

Isee 2022, il valore fondamentale: a cosa stare attenti per non perdere bonus e agevolazioni

Le spese devono essere effettuate nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022. L’agevolazione, in questo caso, consiste in un credito d’imposta con importo massimo pari a massimo 500 euro per i privati. Per poter beneficiare di tale agevolazione, però, è necessario presentare apposita domanda all’Agenzia delle Entrata nel periodo compreso tra il 1° e il 28 febbraio. In caso contrario, come è facile intuire, non si avrà diritto a tale misura, finendo così per perdere 500 euro sulla dichiarazione dei redditi 2022. Meglio quindi stare attenti, onde evitare spiacevoli inconvenienti.