WhatsApp, potremmo perdere il nostro account: come affrontare il pericolo

Nuova truffa su WhatsApp per rubare l’account. Un finto amico avvia una chat che potrebbe rivelarsi alquanto pericolosa. Come proteggersi dal raggiro.

whatsapp furto identità
Pixabay

Il pericolo arriva da ogni parte. E-mail, messaggi, telefonate e anche WhatsApp possono essere fonti di raggiri più o meno gravi. L’attenzione non deve mai diminuire se non si vuole rischiare di perdere soldi, privacy e addirittura l’account. I truffatori escogitano continuamente nuovi trucchi per ingannare le ignare vittime. Inventano modi sempre più subdoli per far aprire una falla nella rete di protezione e raggiungere i malvagi scopi. Per difendersi dagli attacchi occorre conoscere come avviene il raggiro ed agire ignorando il messaggio e riferendo alle autorità quanto accaduto.

Attenti a WhatsApp: questo messaggio potrebbe costringerci a cambiare smartphone

WhatsApp, nuova truffa che ruba l’account

La Polizia Postale avverte i cittadini di una nuova truffa in atto volta a rubare l’account di WhatsApp. I truffatori riescono, non si sa come, ad ottenere il numero di telefono della vittima. Purtroppo il tema privacy quando si parla di social network e simili perde di rilevanza e diventa sempre più facile per i pirati informatici reperire dati personali e mettere in atto le truffe.

Polizze fantasma, allarme truffe: così ci rifilano assicurazioni fasulle

L’ultimo raggiro vede il malintenzionato fingersi un amico della vittima designata. Procede con l’invio di un messaggio che fa avviare una conversazione in chat da cui nascerà una confidenza. Ad un certo punto, il truffatore chiederà aiuto dicendo di aver inviato per sbaglio un codice di sei cifre bloccando, così, WhatsApp. La richiesta sarà di digitare quelle sei cifre e inviargliele per poter risolvere la problematica. Procedendo in tal senso di aprirà quella pericolosa falla nella rete di sicurezza e i criminali potranno avere accesso al nostro account.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Come proteggersi dal raggiro

Conoscendo la truffa in atto basterà ignorare il messaggio per poter proteggersi dal raggiro. Se, invece, il codice è stato inviato l’account è a rischio e sarà necessario disinstallare immediatamente l’app anche se questo significherà perdere ogni chat su WhatsApp. Anche riuscendo a stanare i truffatori e difendersi dalla nuova truffa, ben presto potremo subire un altro attacco e poi un altro ancora. Attenzione, dunque, alle operazioni che si compiono sui social network o, in generale, sul web. Mai fornire informazioni personali, rispondere a richieste particolari, inviare codici o cliccare su link. Questi, infatti, sono i mezzi che i malintenzionati utilizzano per violare la privacy e compiere atti illegali.