Scopriamo quali sono le novità inerenti al bollo auto 2022. Quando scade e soprattutto in quale momento il pagamento è tassativo 

Bollo auto
Fonte Adobe Stock

Anno nuovo, imposta vecchia. Si potrebbe definire così il bollo auto che accompagnerà gli italiani anche nel 2022. Per chi non ne fosse a conoscenza, si tratta dell’imposta sul possesso di una vettura, che va versata su base annuale. 

Viene regolata dalle singole regioni, per questo regolamenti e importi variano a seconda del proprio territorio di appartenenza. Solo nel caso in cui vengano riscontrate delle inadempienze, interviene l’Agenzia della Entrate. 

Bollo auto, vecchi e nuovi proprietari: chi paga davvero? Risponde la legge

Bollo auto 2022: scadenze e pagamenti previsti

Uno dei tratti caratteristici di questo pagamento obbligatorio è la scadenza personalizzata. Il termine ultimo di ciascuno viene calcolato sulla base del primo pagamento dell’imposta. Per effetto di ciò, la tassa va sì versata annualmente ma non dal 1 gennaio al 31 dicembre. 

Ad esempio se la corresponsione della somma di denaro è prevista dal 1 al 28 febbraio 2022 significa che la scadenza del bollo auto è il 31 gennaio. In pratica c’è tempo per tutto il mese successivo per saldare il proprio debito, ragion per cui non c’è nulla da temere una volta oltrepassata la data presente sul contrassegno.

Ma a quanto ammonta questo tributo, che per forza di cose non è mai entrato nelle grazie degli italiani? Per conoscere l’importo del proprio bollo auto è necessario prendere in esame la normativa comunitaria sulle emissioni inquinanti presenti sulla carta di circolazione. 

Così si può conoscere la disposizione che interessa la vettura e moltiplicare il valore corrispondente per ogni kW di potenza del veicolo. L’imposta relativa all’anno solare 2022 può essere pagata presso i centri Aci (Automobile Club d’Italia) o direttamente sul portale online di Aci.

Bollo auto, attenti alla scadenza: truffe e sanzioni sono dietro l’angolo

Le alternative (probabilmente più comode) sono le Poste, le ricevitorie Lottomatica e gli sportelli Atm e le tabaccherie convenzionate con banca ITB. Non resta che prendere nota della scadenza del proprio bollo e tenerlo a mente per poi farsi trovare pronti a tempo debito ed evitare spiacevoli conseguenze.