Sta per cambiare tutto, le banconote in Euro presto non saranno più le stesse: ecco cosa ha deciso e perché, la Banca Centrale Europea.

soldi conto corrente investire
Pixabay

La BCE, la Banca Centrale Europea, ha emesso il suo verdetto. Christine Lagarde, il presidente, ha comunicato cosa succederà nel prossimo futuro: “Dopo vent’anni è tempo di aggiornare l’aspetto delle nostre banconote in modo che gli europei di tutte le età e origini possano identificarsi con esse”, dice l’avvocato. Nonostante si sia ormai calati negli anni dei pagamenti tracciabili, il giro di banconote per ora rimane estremamente alto e così secondo l’UE, un modo per fare innovazione, sarebbe legato proprio al cartaceo.

Chissà che con le nuove tecnologie non sarà anche meno facile emettere banconote false. In Italia, addirittura le ha emesse un bancomat, pochi giorni fa, quindi quelle nuove sarebbero da migliorare. Fabio Panetta, componente del comitato esecutivo della Bce, aggiunge: “Il processo di riprogettazione delle banconote andrà di pari passo con la nostra ricerca sull’euro digitale. Entrambi i progetti mirano a soddisfare il mandato di fornire denaro sicuro agli europei”.

L’Euro pronto al cambiamento

Sembrerà strano, perché tutto giunge proprio quando l’uso del contante è sempre meno desiderato. Non dimentichiamo che le restrizioni sono diventate ancora più forti dall’1 gennaio 2022. Saremo anche noi a scegliere il design delle nuove banconote. Infatti, la riprogettazione avverrà con aree di discussione che raccoglieranno le opinioni dei cittadini stessi. Poi il secondo passaggio.

Un gruppo consultivo già scelto, avrà il compito di presentare un elenco dei migliori temi. Il tema principale delle nuove rivisitazioni, sarà “Tempi e stili”. A quel punto, la BCE chiede consensi all’opinione pubblica, con tanto di bando per la nuova progettazione. Infine, ultima consultazione col pubblico e decisione finale.

Leggi anche>>> Monete, occhio a quella da 5 lire: trovarla è il modo migliore per iniziare il 2022

Soltanto dopo aver completato l’iter progettuale, il consiglio direttivo darà il via alla produzione delle nuove banconote, decidendo quindi le date, per le prime emissioni. Panetta, chiude così il discorso a proposito della decisione presa dalla Banca Centrale Europea: “Vogliamo sviluppare banconote in euro che i cittadini europei possano identificare e utilizzare con orgoglio come denaro”. Il processo, dovrebbe chiudersi nel 2024.