Dal 1 gennaio 2022 si abbassa il limite uso contanti. Una mossa per dare l’ennesima spallata all’evasione fiscale. Ecco chi ci guadagna di più

Limite uso contanti
Fonte Adobe Stock

Il 2022 è dietro l’angolo e con lui la partenza del limite di utilizzo dei contanti per i pagamenti fino a 999,99 euro. Quindi nel nuovo anno non sarà possibile fare acquisti cash al di sopra dei 1000 euro. L’unica alternativa è quella di utilizzare un mezzo tracciabile. 

A quanto pare però non sarà lo step definitivo. Sembra infatti che nel 2023 possa esserci un ulteriore abbassamento a 500 euro. Una prassi già adottata in Grecia per combattere l’evasione fiscale. 

Limite uso contanti a 1000 euro: cosa cambia e quali sono i vantaggi collettivi

In realtà però nei paesi d’Europa che hanno già provveduto ad adeguarsi in tal senso, il livello di evasione è rimasto pressappoco simile. Per effetto di ciò, molte persone guardano questa stretta come un incentivo rivolto esclusivamente alle banche per spingere i consumatori a dotarsi di carte di credito e bancomat. 

L’altra faccia della medaglia è quella rappresentata dagli anziani decisamente più avvezzi all’utilizzo delle banconote e anche i giovanissimi, che sfruttano le paghette dei propri genitori. 

Le carte inoltre comportano delle commissioni di non poco conto al momento del prelievo e anche per questa motivazione, in Italia non hanno mai avuto il boom che invece hanno riscosso all’estero, in particolare nei diversi paesi dell’Unione Europea, dove ormai carte e bancomat vanno per la maggiore.

Quindi stando alle tesi più complottiste sulla tematica, il fine è quello di favorire le banche e di controllare maggiormente i cittadini, le loro abitudini e i loro spostamenti. Stavolta poi la questione sembra essere piuttosto seria.

LEGGI ANCHE >>> Limite ai contanti, ok ma a quale prezzo? Il parere degli esperti

Chi non fa rispettare la legge va in contro a multe salate che arrivano fino a 50.000 euro. A prescindere da ciò, comunque è meglio ponderare il tutto senza scadere in conclusioni piuttosto affrettate.

Se da un lato i vantaggi delle banche sono concreti, anche i cittadini senza più troppi contanti addosso possono girare in strada con maggiore serenità più di qualche tentativo di furto.