Vacanze di Natale per l’INPS: tutte le attività sospese

Anche l’INPS avrà le sue (lunghe) vacanze: ecco le attività sospese e le date, più tutte le novità del 2022.

Inps (Fonte foto: web)

L’INPS, ha diritto ad un periodo di sospensione del lavoro, per le festività natalizie. La decisione, è avvenuta dopo la riunione di un tavolo tecnico tenuto con il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro. Le novità inoltre, per quanto riguarda l’INPS, sono diverse, andiamo a leggerle.

Ci saranno anche dei nuovi servizi ed alcune cose non ancora note, riguardano il nuovo cassetto previdenziale del contribuente. Ma andiamo con ordine. Tra l’altro, fino a gennaio 2022, sono anche all’asta degli immobili dell’INPS. Potrebbe interessarvi sapere dove trovarli.

INPS: la pausa di Natale

Per quanto riguarda la sospensione delle attività, il report informativo sul Tavolo Tecnico presso Direzione Centrale INPS, informa che  dal 19 dicembre 2021 fino al 9 gennaio 2022, sono sospese le notifiche di Note di rettifica e Diffide inviate dall’INPS. Stessi giorni, anche per la sospensione delle elaborazioni delle richieste verso DurcOnLine, con servizio DPA. Non si sospendono invece, le verifiche delle segnalazioni in corso di risoluzione, oppure già effettuate presso il Consiglio Nazionale.

Per l’anno nuovo, tre sono le novità che riguardano l’INPS. La disability card, ovvero la nuova carta accettata dall’UE, per persone con disabilità o invalidità. Altra novità sono gli importi delle pensioni, che dal nuovo anno saranno diversi. Inoltre, diversità nelle nuove domande di pensionamento, alcune infatti rischiano addirittura di saltare.

LEGGI ANCHE>>> Pensione anticipata con l’Ape Sociale grazie alla 104? La risposta è sorprendente

Nuovo cassetto previdenziale INPS. Dal 1° gennaio 2022 unica cosa a restare operativa, è il Cassetto previdenziale del contribuente, con il servizio che tra l’altro, attende solo di essere completato da imminenti nuove funzioni. Tra non molto infatti, nella sezione evidenze, troveremo anche quelle relative a gestione agricoli, pubblica e lavoratori autonomi. Infine, per gli interessati, l’INPS ha ribadito che saranno rielaborati i flussi UniEmens-Cig, ma non sarà necessario trasmetterli di nuovo. Al contrario di quanto sospeso per le festività, sarà proprio dicembre il mese cruciale in cui verranno liquidate quelle differenze che non hanno ottenuto riscontro a novembre.