Scopriamo in quali zone d’Italia ci sono maggiori possibilità di prendere immobili Inps all’asta nel periodo tra dicembre 2021 e gennaio 2022

Immobili Inps all'asta
Fonte Adobe Stock

Le vendite all’asta degli immobili Inps sono sempre più in auge soprattutto in questa fase a cavallo tra la conclusione del 2021 e l’inizio del 2022. A tal proposito il portale di compravendita di case “Idealista” ha varato una mappa con le proprietà più interessanti sparse in giro per il Bel Paese, che a breve saranno battute all’asta. 

Saranno effettuate per singoli lotti, ognuno costituito da una o più unità comprensive di eventuale pertinenze e accessori. Per ogni lotto, nella scheda riguardante l’immobile nello specifico, viene specificato il termine entro cui presentare l’offerta.

Le vendite saranno effettuate attraverso la Rete Aste Notarili, sistema informatico realizzato dal Consiglio Nazionale del Notariato per la gestione delle aste telematiche. 

Immobili Inps all’asta: in quali località si trovano

In pratica attraverso il collegamento dagli studi notarli su tutto il territorio nazionale, si può partecipare alle aste via web, potendo effettuare i rilanci anche se si è ad una notevole distanza dall’immobile. In questo modo si abbattono le barriere territoriali con garanzia e sicurezza del notaio.

La Rete Aste Notarli (RAN) hanno dalla loro la sicurezza e la tracciabilità degli atti. Garantiscono inoltre ai cittadini la massima trasparenza in quanto gli attori del sistema, assistono in tempo reale a tutti gli eventi. Possono anche dispensare agli interessati informazioni giuridiche, fiscali o pratiche. 

Le possibilità di far proprio un immobile (clicca qui per avere info su una donazione di una casa ad un minore) solo concrete da nord a sud dello stivale, tra cui Veneto, Lazio, Calabria, Sicilia e Sardegna. Ad ogni modo sul sito di Idealista è presente l’elenco specifico e completo delle case in vendita e delle relative metrature.

LEGGI ANCHE >>> Case al prezzo di un panino: gli Usa rivoluzionano il mercato immobiliare

Insomma, dopo aver studiato attentamente la situazione a aver individuato l’immobile che fa al proprio caso, non resta che recarsi presso lo studio di un notaio affiliato alla RAN, depositare la cauzione e fare delle offerte. 

Successivamente, nel giorno e nell’ora stabiliti dal bando, il potenziale acquirente dovrà presentarsi dal notaio al quale ha presentato l’offerta e giocarsi le sue chance.