Il sogno di un viaggio in Italia sull’Orient Express potrà presto essere realizzato. Il treno di lusso icona degli anni ’60 approda nella nostra penisola per regalare emozioni d’altri tempi.

orient express
Web

La bellezza della nostra nazione unita all’Orient Express può regalare un viaggio di emozioni, scoperte e serenità. Il numero di persone che sta riscoprendo il piacere di spostarsi guardando i panorami alternarsi e colorarsi di varie sfumature fuori dal finestrino di un treno aumenta sempre più. Salire su un treno come quello di lusso dell’Orient Express, poi, significa respirare atmosfere d’altri tempi e ritrovarsi a vivere un sogno. Il nome che gli è stato dato nella sua versione italiana, La Dolce Vita, apre la strada all’immaginazione e permette di assaporare fin d’ora il momento in cui ci si ritroverà nella magia degli anni sessanta.

L’Orient Express in Italia diventa “La Dolce Vita”

L’Orient Express in Italia diventa La Dolce Vita. Le aspettative, dunque, sono molto alte; si attende un capolavoro al pari del film di Federico Fellini. Il design del treno si ispira proprio agli anni sessanta e vuole celebrare le eccellenze prodotte dal Made in Italy. Le dodici cabine Deluxe, le 18 suite, il ristorante e l’Honor Suite sono arredate secondo lo stile inconfondibile dei maestri italiani che negli anni ’60 e ’80 hanno impressionato e stupito lasciando un segno indelebile nel cuore delle persone.

Dimorestudio, incaricato dell’arduo compito di arredare il lussuoso treno, ha puntato sulla ricercatezza ma anche sul confort per regalare un’esperienza di viaggio unica. Quanto occorrerà attendere, però, per realizzare il sogno di trovarsi sull’Orient Express?

Leggi anche >>> Disneyland, quanto costa il viaggio dei sogni: i prezzi da Parigi a Orlando fino a Los Angeles

Data e itinerario del viaggio sul lussuoso treno

La collaborazione tra Arsenale Spa, Gruppo Accor e Trenitalia ha permesso la realizzazione dell’Orient Express in Italia. I primi passeggeri potranno salire in carrozza nel 2023 ma il progetto è molto più ambizioso. Dopo il viaggio prova Roma- Civitavecchia, l’intento è di creare cinque treni, attraversare cinque regioni, seguire 10 itinerari e toccare ben 128 città per un totale di 126 mila chilometri.

L’idea prevede un viaggio tra le Alpi, il Piemonte e la Riviera Ligure per passare poi alla Val d’Orcia, alla Maremma e seguire la via Transiberiana e i Sassi di Matera per approdare, poi, in Sicilia (orientale, occidentale e barocca) e tornare nella costa lucana, Jonica e nel Salento.