Senza Green Pass, tra poco non potrai neanche più prelevare. Non è vero, anche se in molti hanno creduto ad un post su Facebook.

Green Pass lavoro tredicesima
Foto © AdobeStock

“Siamo arrivati a quel che si pensava noi Complottisti?”. Questa la frase che si legge in un post Facebook che ha fatto scalpore e che ha inutilmente allarmato centinaia di migliaia di persone. Secondo il post apparso sui social, da oggi senza Green Pass non si potrebbe usare lo sportello bancomat. Effettivamente difficile da credere, anche per i più complottisti.

Certo, i controlli anche su bus e metro stanno diventando più severi, ma non siamo ancora a questo. L’utente, afferma che recandosi in una filiale di Intesa San Paolo, avrebbe letto sullo schermo di non poter prelevare. Lo schermo, avrebbe chiesto un QR Code che secondo chi posta su Facebook, sarebbe corrispondente ad un Green Pass. Ma purtroppo per lui, c’è un errore di valutazione.

Green Pass, non siamo arrivati all’impossibilità di prelevare

Se si sta attenti, cosa che evidentemente l’autore del post non ha fatto, si legge sullo schermo la dicitura: “Prelievo cardless”. In pratica, tutto ciò non ha nulla a che fare con Green Pass o qualunque cosa medica. Andando sul sito di Intesa San Paolo, ecco quale spiegazione troviamo: “Lascia la carta nel portafoglio. Per prelevare contanti ti basta lo smartphone. Con l’app Intesa Sanpaolo Mobile è facile come scattare una foto! E puoi farlo nelle oltre 7.700 casse veloci del Gruppo Intesa Sanpaolo in Italia”. 

Un servizio innovativo, che resterà senz’altro quando non ci vorrà più il Green Pass per svolgere attività comuni e soprattutto come detto, che con vaccini e quant’altro non c’entra. L’autore del post fa solo una buona pubblicità al gruppo Intesa a questo punto, evidenziandone un servizio all’avanguardia. Le novità sul Green Pass, come le nuove regole per recarsi allo stadio, sono molte, ma nessuna di esse si scontra con i bancomat.

LEGGI ANCHE>>> Super Green Pass: modalità nuovi controlli e sanzioni pecuniarie previste

L’utente che ha postato tutto su Facebook ed a quanto pare anche su Instagram, è già conosciuto per essere molto seguito, negli ambienti complottistici. “BANCOMAT, INIZIA L’ERA DEL PRELIEVO QR-CODE…”, scrive in basso ad uno dei suoi post. Non sbaglia effettivamente, ma il code indicato, non è quello che pensa lui. Probabilmente, quel codice a barre, lo aveva in tasca senza saperlo.