Super Green Pass: modalità nuovi controlli e sanzioni pecuniarie previste

Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha spiegato come verranno effettuati i controlli del Super Green Pass a partire dal 6 dicembre

Super Green Pass
Fonte Adobe Stock

Ci siamo quasi. Il nuovo sistema rafforzato di Green Pass è ormai pronto ad entrare in vigore. Il giorno prescelto è lunedì 6 dicembre 2021. Di fatto farà un po’ da apripista all’intenso e caotico periodo natalizio.

Per questo, il Ministro dell’Interno Lamorgese ha incontrato gli esponenti delle varie forze dell’ordine per mettere a punto un accurato piano di sicurezza, che possa consentire alle persone di muoversi liberamente e nel rispetto delle regole. 

Super Green Pass: come funzioneranno i nuovi controlli e quali sono le multe previste

A seguito di questa riunione è stato stabilito di chiedere ai prefetti di mettere a punto dispositivi dedicati per i controlli delle persone sui mezzi di trasporto locali. Si tratta del nodo più delicato della questione visto che si tratta di una nuova introduzione rispetto al passato.

Finora sui bus, tram e metro urbani si poteva circolare liberamente senza alcuna certificazione, adesso bisognerà mostrarla o in alternativa esibire il referto di un tampone negativo. Chi verrà sorpreso a bordo senza Green Pass può incorrere in una multa che varia da 600 euro a 1000 euro.

Il compito di effettuare la verifica spetterà ai controllori, che al momento della verifica dei titoli di viaggio dovranno contestualmente chiedere anche la certificazione anti-covid. Ad aiutarli ci saranno le forze di polizia, pronte ad intervenire istantaneamente qualora ce ne sia bisogno.

A loro starà anche il compito di vigilare le vie dello shopping per evitare pericolosi assembramenti. Dove invece è previsto l’obbligo (nei territori in zona gialla) dovranno accertarsi anche del rispetto dell’obbligo di mascherina all’aperto. 

LEGGI ANCHE >>> Super Green Pass, l’arrivo è ufficiale: le nuove regole dal 6 dicembre

Il decreto prevede inoltre l’obbligo vaccinale per alcune categorie di lavoratori come docenti, personale amministrativo e sanitario, poliziotti, carabinieri e affini. Per chi è desideroso di andare in vacanza, è bene ricordare che le strutture ricettive devono tassativamente chiedere il Green Pass al momento del check-in. 

Al ristorante invece bisogna disporre del certificato rafforzato, così come per bar, stadi ed eventi al chiuso. I controlli in questi luoghi potrebbero essere fatti a campione dalla polizia.