Buone notizie in arrivo per molte famiglie e aziende che potrebbero ottenere un rimborso da migliaia di euro sulla bolletta della luce. Ecco cosa c’è da sapere.

bolletta luce rimborso euro
Foto © AdobeStock

Tutte le volte in cui decidiamo di utilizzare un bene o un servizio ci ritroviamo, inevitabilmente, a dover mettere mano al portafoglio. Ne sono un chiaro esempio i vari elettrodomestici presenti nelle nostre abitazioni che vanno a incidere pesantemente sull’importo finale delle bollette della luce. Se tutto questo non bastasse, riuscire a far fronte alle varie spese, soprattutto in un periodo complicato come quello attuale, segnato dall’impatto del Covid sull’economia, può risultare particolarmente difficile.

Con l’arrivo della stagione fredda, inoltre, si registra un aumento dei costi delle bollette, che non passa di certo inosservato. Proprio per questo motivo non stupisce che sono in tanti a desiderare di trovare delle soluzioni grazie alle quali poter risparmiare qualche euro. In tal senso, ovviamente, il primo passo da fare consiste nel limitare i consumi. Ma non solo, giungono buone notizie per molte famiglie e aziende che potrebbero ottenere un rimborso da migliaia di euro proprio sulla bolletta della luce. Ma per quale motivo? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Bolletta luce, occhio alle accise: tutto quello che c’è da sapere

Come risaputo, sono varie le voci che vanno ad incidere sul costo finale della bolletta di luce e gas, con molti che tentanto pertanto di ridurre i consumi. Proprio in tale ambito qualche settimana fa abbiamo visto assieme quali sono gli elettrodomestici che consumano di più, finendo pertanto per pesare sul costo finale della bolletta.

Ma non solo, quando arriva la bolletta a casa, possiamo notare la presenza di due imposte differente, ovvero l’Iva e l’accisa. La somma di queste due, nel 2021, ha gravato sul totale della bolletta per ben il 13,3%. Entrando nei dettagli, pertanto, è bene sapere che l’Iva viene applicata sul valore economico del servizio.

L’accisa, invece, si presenta come un’imposta indiretta sul consumo, gestita dall’Agenzia delle Dogane. È possibile distinguere quella per uso domestico da quella per uso industriale. In entrambi casi il valore viene determinato facendo riferimento alla quantità di energia che viene utilizzata.

Bolletta energia elettrica, è possibile ottenere un rimborso da migliaia di euro: ecco come

Una volta viste alcune delle voci che pesano maggiormente sul costo finale della bolletta della luce, bisogna sapere che giungono finalmente buone notizie per molte famiglie e aziende che potrebbero ottenere, in determinati casi, un rimborso da migliaia di euro.

In base ad una recente sentenza, la numero n. 9077 dell’8 novembre 2021, del Tribunale di Milano, infatti, sembra che si possa tentare di ottenere un rimborso proprio sull’accise. In pratica una società ha citato in giudizio il fornitore del servizio di energia elettrica, chiedendo un rimborso di 33.480 euro per il pagamento delle addizionali provinciali sull’accisa.

Ebbene, questa addizionale, in base a quanto si evince dalla sentenza poc’anzi citata, non sarebbe dovuta in quanto incompatibile con la normativa europea. Il Tribunale di Milano, infatti, ha dato esito a favore della società, sottolineando appunto come le “addizionali non dovrebbero essere soddisfatte perché non in armonia con il diritto unionale”.

In questo modo si è venuto a creare un precedente, con il Tribunale che ha emesso la sua sentenza prendendo come riferimento la Direttiva 2008/118/CE. Una decisione che non è passata di certo inosservata e per cui si attende il parere della Cassazione.

LEGGI ANCHE >>> Benzina: prezzi in preoccupante aumento, ma evitare la batosta è possibile

Nel caso in cui la sentenza in questione dovesse fare giurisprudenza, infatti, in molti potrebbero decidere di fare apposito reclamo e chiedere a loro volta un rimborso da migliaia di euro per quanto pagato per le accise in questione.