I viaggi di Natale e Capodanno al tempo del Covid riservano divieti e regole da rispettare per muoversi in sicurezza. Scopriamo le ultime direttive per non rischiare una falsa partenza.

Green Pass viaggi
Adobe Stock

Negli ultimi due anni ci siamo abituati a limitazioni, direttive generali, divieti da seguire per poter cercare di vivere una vita “normale”. La pandemia globale ha modificato i nostri stili di vita, le nostre consuetudini incidendo non solo sulla programmazione quotidiana delle attività ma anche sui progetti a lungo termine. Una mancanza che tanti italiani hanno sentito a causa del Covid è legata ai viaggi. Non poter regalarsi una vacanza verso la meta preferita è stato un vero e proprio incubo per molte persone. Ecco perché appena la situazione è migliorata sono arrivate migliaia di prenotazioni alle strutture ricettive italiane e non solo. Tuttavia, a causa del nuovo peggioramento della curva dei contagi le disdette sono arrivate con la stessa rapidità della prenotazione; eppure in molti non demordono e sono convinti di passare il Natale o il Capodanno fuori città. Attenzione, però, alle nuove regole.

I divieti e le limitazioni dei viaggi di Natale e Capodanno in Italia

Lo spostamento all’interno del territorio italiano rimarrà libero a condizione che non cambino i colori delle regioni. Nel caso in cui una regione dovesse diventare rossa, si dovrebbero mettere in atto quelle limitazioni che conosciamo fin troppo bene. Non ci si potrà spostare nemmeno all’interno del comune di residenza se non per fare la spesa o altre necessità importanti. Di conseguenza, sarebbe impossibile pensare di uscire o entrare dalla regione. Per ora tale condizione rimane un’ipotesi lontana ma l’attenzione dovrà rimanere alta. Rimangono comunque da seguire le indicazioni attuali sul possesso del Green Pass per viaggiare con treni o aerei o per pernottare in un albergo in attesa di ulteriori indicazioni dettate dal Super Green Pass.

Vacanze in Europa, cosa occorre sapere

Per spostarsi tra nazioni europee occorre sapere le direttive locali. In Francia si accede unicamente con il Green Pass. E’ possibile muoversi senza mascherine tranne in presenza di assembramenti. Si entra nei cinema, teatri, musei, bar e ristoranti solo con la certificazione verde così come per accedere ai centri commerciali oppure per fare una visita medica.

In Austria ci sarà il lockdown generale fino al 12 dicembre. In seguito si potrà optare per un viaggio di Natale o Capodanno in questa nazione solo se in possesso di vaccino o tampone molecolare dall’esito negativo effettuato nelle 72 ore precedenti. Stesse regole anche per i viaggi di Natale e Capodanno verso la Germania, Stato con un alto numero di positivi al Covid 19. Unica direttiva aggiuntiva è l’ingresso ai luoghi chiusi solamente per i vaccinati o per i soggetti guariti dal Covid. Gli Stati Federali con una curva di contagi in crescita possono autonomamente decidere di aumentare il numero di restrizioni e di divieti.

Leggi anche >>> Covid, nuova stretta del Governo: il vaccino diventa obbligatorio

Spagna, Portogallo e Regno Unito

In Spagna le indicazioni generali cambiano ogni sette giorni. Di conseguenza è bene informarsi prima di partire su quali siano le regole applicate. In Portogallo sono attive le solite regole di basa, Green pass per vaccino o tampone negativo. Potrebbe essere richiesto un ulteriore tampone una volta sbarcati nel Paese. Stesse condizioni per entrare nel Regno Unito. Qui occorrerà effettuare un ulteriore tampone dopo 48 ore dall’arrivo.