Sono tante le domande che ci si va a ponere, quando si tratta del Canone Rai, ecco in questo caso chi pagherà e come

Canone Rai

Sappiamo ormai che il Canone Rai è una vera e propria tassa. Essa è infatti riconosciuta come tassa sul possesso di un televisore. Ciò vorrà dire che anche se l’intestatario dell’utenza elettrica dovesse essere un altro soggetto, chi detiene una tv, dovrà quindi pagarlo.

Infatti anche da questo, è nato il dubbio: se paghi la bolletta della luce ma non il Canone Rai, cosa rischi? Perché effettivamente le due cose sono da considerarsi assolutamente separate. Il Canone non viene infatti pagato alla società che ci fornisce l’energia stessa, sono solo due diversi canoni, finiti nella stessa bolletta.

Canone Rai, ecco chi lo pagherà se le spese sono incluse

E quindi in che modo poi, si vanno a differenziare per chi si ritrova già le spese incluse nel mensile del proprio affitto? Facciamo un passo indietro allora, di quasi sei anni, per comprendere meglio la funzionalità della tassa. Dal 2016, lo Stato accede alla riscossione del Canone Rai, inserendolo come addebito diretto nella bolletta della luce. Quindi per evitare un’evasione fiscale molto ampia, si è andati ad immaginare che chi risulti intestatario di una utenza elettrica, possegga anche almeno una tv in casa.

Ed in caso di possesso di dispositivi elettronici come funziona? Al di là di questa legittima domanda, i 90 euro annui quindi finiscono nella bolletta di altre utenze. Se se ne ha il diritto, l’unica cosa da poter fare per sfuggirvi è inviare la dichiarazione sostitutiva ed inviarla all’Agenzia delle Entrate per un’esenzione. Altrimenti, tutti pagano.

LEGGI ANCHE>>> Non solo il canone Rai: un’altra tassa potrebbe presto finire in bolletta

Sì, ma in che modo? Questo è il dilemma. A parte o nelle famose spese incluse? Effettivamente è l’inquilino a possedere una tv, quindi da quando si stabilirà in casa sarà comunque lui ad usufruire dell’oggetto acquistato in precedenza. La tassa, la paga lui, poi ci sono da studiare due casi. L’inquilino con utenza elettrica intestata a sé, paga in addebito sulla bolletta della luce intestata all’inquilino stesso. L’inquilino con utenza elettrica ancora intestata al proprietario, pagherà tramite Modello F24, visto che, non avendo un’utenza intestata, non potrà avvenire addebito del Canone. Attenzione a non commettere l’errore di dare per scontato che il proprietario di casa ci paghi anche questa tassa a parte, perché potreste diventare evasori fiscali.