Grazie ad un semplice stratagemma si può modificare il modo di scrivere su Whatsapp. Ecco come si può optare per il grassetto ed il corsivo

WhatsApp truffa
Fonte Pixabay

Whatsapp ha abituato così bene i suoi utenti, che ormai si aspettano sempre di più. Innovazioni, modifiche e semplificazioni sono sempre ben accette e suscitano notevole curiosità.

Le principali attenzioni sono riposte nelle upgrade che aumentano il livello di privacy e sicurezza. Ultimamente però è stata scoperta una funzione che consente di cambiare la modalità di scrittura. Si tratta della possibilità di scrivere in grassetto e in corsivo.

Whatsapp: cosa bisogna fare per scrivere in grassetto ed in corsivo

In questo modo il messaggio che vogliamo inviare non passa inosservato e riceve la giusta attenzione da parte del destinatario. Si possono alternare ma non utilizzare congiuntamente. Scopriamo quali sono i metodi che rendono possibile tutto ciò. 

Nulla di trascendentale per intenderci, la procedura è piuttosto semplice ed intuitiva. Tutto ciò che bisogna fare, è inserire alcuni precisi simboli all’inizio e alla fine del testo che si desidera scrivere, in grassetto oppure in corsivo. 

Nel primo caso sarà sufficiente aggiungere un asterisco prima e dopo il messaggio. Nel secondo invece è necessario applicare il trattino basso sempre all’inizio e alla fine del testo. 

Qualora non si ricordino i simboli da utilizzare si può selezionare il contenuto desiderato e dal menù rapido a comparsa, scegliere il grassetto o il corsivo. Insomma, tutto piuttosto semplice. Un trucchetto davvero utile quando si vuole comunicare qualcosa di forte ed importante.

I procedimenti in questione sono applicabili non solo sulla versione mobile, bensì anche su Whatsapp Web e Desktop. Non resta che provare per vedere che effetto fa.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp, occhio ai messaggi: ecco come scoprire se qualcuno ci spia

Certo non sarà una scoperta di ultima generazione o importante come quella riguardante la possibilità di aprire Whatsapp senza farsi vedere online, ma può rivelarsi piuttosto utile nel quotidiano.

Poco alla volta la più celebre delle applicazioni di messaggistica istantanea, sta riguadagnando consensi. Il periodo buio di inizio anno, con la maxi fuga verso Telegram e Signal è ormai acqua passata.