Proteggere la privacy dello smartphone da sguardi indiscreti, se questo è l’obiettivo esiste un trucco facile facile per raggiungerlo. Scopriamo come dare scacco matto agli spioni.

smartphone privacy
Pixabay

E’ un fastidio comune quello di sentirsi spiati e di vedere la propria privacy violata. Succede spesso quando, ad esempio, arriva un messaggio sullo smartphone e sguardi indiscreti buttano un occhio per cercare di carpire informazioni. Lo “spione” di turno può essere un genitore, un fratello o una sorella, un conoscente o il fidanzato/a. La curiosità altrui può essere, fortunatamente, bloccata utilizzando un oggetto facile da reperire il cui scopo è schermare la privacy delle persone.

Come proteggere la privacy del proprio smartphone

Nessuno sguardo dovrà leggere ciò che arriva sul nostro smartphone. Per raggiungere questo obiettivo servirà una pellicola privacy in vetro temprato. Parliamo di un oggetto il cui scopo è non consentire allo spione di turno di invadere la nostra zona confort o, meglio, quella del nostro smartphone. Grazie alla pellicola, infatti, sarà possibile vedere correttamente lo schermo del device solamente dalla posizione frontale. Lo sguardo indagatore che arriverà da destra o da sinistra non potrà leggere nulla né riconoscere una chiamata in arrivo. Allo stesso modo, saranno esclusi dalla visione coloro che si trovano più lontani dietro o davanti a noi.

Dove acquistare la pellicola e a quale costo

Per proteggere la privacy dello smartphone da sguardi indiscreti occorre reperire la pellicola in vetro temprato. Si può comprare nei negozi specializzati oppure online e il costo è basso, dai 6 ai 10 euro. L’unica raccomandazione è misurare perfettamente lo schermo del dispositivo per scegliere la pellicola perfetta da applicare. Dovrà essere alta l’attenzione anche nel momento in cui si procederà con l’applicazione sullo schermo per evitare bolle d’aria o fastidiose strisce dovute alla scarsa aderenza.

Leggi anche >>> WhatsApp, idea geniale in arrivo: valanga di applausi per l’app sempre più multidimensionale

Altri trucchi a protezione della privacy

Oltre alla pellicola è bene conoscere altri trucchetti da usare per tutelare la privacy. Per tante persone, ad esempio, è importante che i contatti WhatsApp non siano in grado di capire se abbiamo letto un messaggio oppure se siamo online in un dato momento. A tal proposito occorrerà innanzitutto togliere le spunte blu semplicemente disattivando la funzione “”Conferme di letture” dall’account personale. In alternativa, è possibile non eliminare le spunte blu ma riuscire ugualmente a non far capire al mittente di aver letto il messaggio. Occorrerà attivare la modalità aereo oppure disattivare la rete Wi-fi.