Le chat di WhatsApp si possono proteggere da occhi indiscreti. Basta inserire una password seguendo pratici e veloci passaggi. Siamo qui per spiegarvi come procedere.

WhatsApp smartphone
Pixabay

Privacy è la vostra parola d’ordine? Allora è il momento di tutelare WhatsApp a 360°. Le chat sono personali, le parole dette tra due persone devono rimanere private, i video e i contenuti condivisi possono essere riservati a pochi intimi. Come proteggere tutto questo non solo da estranei ma anche da familiari troppo curiosi? Il sistema è molto semplice e prevede l’inserimento di una password. Vediamo come procedere.

Come proteggere le chat di WhatsApp

La nota app di messaggistica fa parte della nostra vita quotidiana. Le funzionalità offerte sono talmente pratiche e comode che difficilmente potremmo rinunciarci. Il solo pensiero di chi, pochi giorni fa, si è ritrovato senza l’applicazione sul proprio device a causa di una cancellazione prevista da Facebook, fa sudare freddo. Allo stesso modo, pensare che una persona possa leggere le nostre chat, visionare i contenuti inviati oppure i video condivisi provoca fastidio e rabbia. Urge, dunque, una soluzione pratica e veloce come l’inserimento di una password a tutela dei messaggi di WhatsApp.

Il primo passo per raggiungere questo risultato è controllare di avere l’ultima versione dell’applicazione. Occorrerà accedere al menu di configurazione del cellulare, visionare l’elenco delle app e quello degli aggiornamenti disponibili. In alternativa basterà accedere a Play Store e controllare l’elenco delle app installate sul dispositivo.

Passo dopo passo i passaggi da seguire

I possessori di un iPhone per inserire una password dovranno accedere al menu impostazioni, selezionare “account”, cliccare su “privacy” e poi su “Blocco Schermo”. A questo punto occorrerà attivarlo e scegliere Face ID e Touch ID, riconoscimento facciale o impronta digitale. Le procedura è simile per i possessori di un cellulare Android. I passaggi sono “account”, “impostazioni”, “Account”, “Privacy” e poi “Blocco delle impronte digitali”.

Esistono delle alternative a queste procedure. E’ possibile tutelare WhatsApp scaricando apposite applicazione come Norton App Lock oppure ChatLock attraverso le quali inserire PIN o password nell’app di messaggistica. Infine, ricordiamo che tra le tante funzionalità di WhatsApp ce ne sono alcune che proteggono la privacy. Citiamo la possibilità di nascondere la foto profilo oppure di rendere invisibili i messaggi da occhi indiscreti.