I costi del telefono possono riservare amare sorprese in bolletta. E’ opportuno verificare attentamente abbonamenti e consumi per non rischiare di essere raggirati dagli operatori.

Bolletta telefono
Adobe Stock

Lo smartphone, un oggetto di cui è impossibile fare a meno, necessario durante lo svolgimento delle attività quotidiane e per mantenere vivi i contatti con familiari, amici e colleghi di lavoro. Tutti noi ne possediamo almeno uno per chiamare, messaggiare e navigare su internet. Non poter accedere al web è un incubo a cui non si vuole neanche pensare, ma quanto ci costa questa tecnologia? La spesa iniziale di acquisto di un telefono non è l’unico importo da considerare. Ci sono, infatti, i costi mensili legati ai consumi, agli abbonamenti oppure ad altri servizi che alcuni operatori possono aggiungere a nostra insaputa.

Costi del telefono, controlliamo la bolletta

Spesso si tende a sottovalutare l’importanza della lettura di una bolletta. Indipendentemente dall’utenza di riferimento – luce, gas, acqua, telefono o rete internet – è fondamentale controllare le varie voci presenti per non rischiare di subire inconsapevoli raggiri. La lettura della bolletta del telefono presenta i costi di abbonamenti e servizi e fornisce una chiara lista di tutte le variabili che incidono sull’importo mensile da corrispondere.

Prima pagina della bolletta

L’utente può riconoscere sulla bolletta sia i dati personali che quelli relativi all’utilizzo del telefono. Solitamente, i gestori telefonici posizionano in alto nella prima pagina le informazioni sull’utente – nome, cognome, codice fiscale, indirizzo di riferimento e numero di telefono. Se la bolletta fa riferimento alla sola connessione internet, il numero di telefono sarà sostituito da un codice alfanumerico. Nella prima pagina della bolletta, infine, vengono riportati i costi compresi d’IVA e il termine ultimo di pagamento della bolletta stessa.

Leggi anche >>> Sai che con questo errore paghi almeno 50 euro di più in bolletta? Puoi rimediare

Seconda pagina, i dettagli da approfondire

Le informazioni scritte nella seconda pagina della bolletta riguardano i costi dei dettagli del telefono. E’ la parte che deve maggiormente interessare dato che un’accurata lettura può far scoprire delle inesattezze oppure dei servizi a pagamento di cui non si era a conoscenza. I servizi extra, nello specifico, sono quelli che solitamente fanno aumentare l’importo finale dato che non rientrano nella cifra stabilita in base all’abbonamento scelto. A tal proposito è bene optare per un servizio flat, a costi fissi. In questo modo si eviteranno sorprese da parte dell’operatore. Scegliendo un abbonamento a consumo, invece, si rischierà di pagare cifre molto alte qualora non si riesca a gestire consapevolmente lo smartphone.