Il nuovo codice della strada è pronto a far capolino. Cosa cambia per gli automobilisti italiani e quali sono le novità di maggior rilievo

Nuovo codice della strada
Fonte Pixabay

Il codice della strada è pronto a dei cambiamenti radicali che saranno effettivi a partire dal 10 novembre 2021, giorno della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

La curiosità è tanta, così come la voglia di informarsi e capire a quali aspetti bisognerà prestare maggiore attenzione d’ora in avanti. D’altronde le novità sono molteplici e riguardano diversi aspetti tra cui le multe con i cellulari alla guida, il foglio rosa, sanzioni per moto e motorini e anche sui monopattini elettrici.

Nuovo codice della strada

Dunque, le nuove introduzioni sono destinate a cambiare profondamente il modo di guidare degli italiani, che rispetto al passato dovranno essere più attenti su molti aspetti che magari prima venivano presi sottogamba. Adesso invece possono comportare delle sanzioni di non poco conto.

Multe

Partendo proprio da questo aspetto, è stato disposto il raddoppio delle sanzioni per chi parcheggia all’interno delle strisce dedicate ai disabili senza averne diritto. Si va da un minimo di 168 euro ad un massimo di 672 euro in caso di trasgressioni più gravi.

A ciò si aggiunge la decurtazione di ben 6 punti dalla patente rispetti ai 2 che vengono tolti attualmente. Al contempo le persone invalide dal 1 gennaio 2022 potranno liberamente parcheggiare sulle strisce blu qualora nel caso in cui qualche autista maldestro abbia occupato abusivamente un posto a loro riservato.

Infrazioni

Lieve modifica anche per i frangenti in cui si viene sorpresi con il cellulare alla guida. Nessun aumento di sanzione e nessuna sospensione della patente alla prima infrazione commessa.

Il cambiamento riguarda gli strumenti oggetto di multe: non solo smartphone ma anche pc portatili, tablet e notebook e altri dispositivi che comportano l’allontanamento della mani dal volante.

LEGGI ANCHE >>> Il nuovo codice della strada fa paura: sanzioni alle stelle per i parcheggi

Moto, motorini e ulteriori novità

Per quanto concerne i veicoli a due ruote il casco diventa obbligatorio per tutti, senza distinzioni tra minorenni e maggiorenni. O meglio, non c’è più tolleranza per i conducenti che trasportano persone under 18 sprovviste di dispositivo di sicurezza per la testa. La sanzione d’ora in avanti scatterà a prescindere dall’età della persona che si ha dietro.

Tra le altre novità rilevanti c’è il prolungamento del foglio rosa da 6 mesi ad 1 anno e la possibilità di poter ripetere l’esame di guida fino a 3 volte. Previsti inoltre parcheggi dedicati alle donne in gravidanza o per i genitori di bambini fino a 2 anni.

Attenzione ai monopattini elettrici, per cui è stato stabilito il limite di velocità a 6 Km/h nelle aree pedonali e 20 km in tutti gli altri casi. Inoltre per i maggiorenni non sarà obbligatorio il casco, ma si dovranno avere le frecce i freni in entrambe le ruote.