Attenti al messaggio che vi invita a cambiare la Sim del vostro cellulare. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

sms cambio sim
Foto © AdobeStock

Grazie alle nuove tecnologie abbiamo la possibilità di poter comunicare, in qualsiasi momento, con amici e aziende, anche se geograficamente molto distanti. Diversi, in effetti, sono gli strumenti a nostra disposizione, come gli smartphone, che per funzionare, come risaputo, devono possedere una SIM.

Proprio quest’ultime sono di recente oggetto di un sms che viene inviato a molti utenti, che vengono invitati, appunto, a sostituire la Sim del proprio cellulare. Un messaggio che non passa di certo inosservato, con molti che si chiedono se sia vero oppure un tentativo di truffa. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere in merito.

Cellulare, occhio all’sms che invita a cambiare la SIM: cosa c’è da sapere

Ogni giorno, purtroppo, sono molti i tentativi di truffa a cui bisogna prestare la massima attenzione. Non stupisce, quindi, che molti abbiano accolto in modo negativo un sms che sta circolando in questi giorni e che invita a cambiare la SIM del proprio telefono. Ebbene, in questo caso non si tratta di un tentativo di raggiro, bensì di una vera e propria comunicazione.

Il messaggio in questione, infatti, è davvero inviato da TIM. Un sms attraverso cui l’operatore invita i propri clienti a sostituire la propria SIM con una nuova. Il motivo?  Nel 2022 verrà ultimato lo Switch Off del 3G. Questo vuol dire che il nostro Paese dirà addio alla rete 3G e pertanto saranno in molti a dover fare i conti con le relative conseguenze. Proprio per evitare spiacevoli inconvenienti, quindi, TIM invita tutti coloro in possesso di SIM con una capacità inferiore a 128 Kb a provvedere alla relativa sostituzione.

LEGGI ANCHE >>> Canone Rai, la TV di Stato pronta a tassare gli smartphone: scenario inaspettato

Il prezzo è pari a circa 15 euro, con tale somma che verrà comunque riaccreditata sulla nuova SIM. Ovviamente lo spegnimento del 3G non riguarderà solo TIM, ma anche gli altri operatori. Per questo motivo è bene attivarsi al più presto, onde evitare possibili inconvenienti con l’arrivo del nuovo anno.